7 consigli per prevenire le infezioni vaginali in estate

7 consigli per prevenire le infezioni vaginali in estate
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere

Le alte temperature, l'aumento della sudorazione, il contatto con la sabbia e l'uso scorretto di tamponi vaginali. Questi e altri fattori in estate possono essere la causa di infezioni vaginali. I sintomi sono quasi sempre bruciore, prurito e perdite abbondanti (talvolta bianche e maleodoranti); talvolta accompagnati anche da dolore e fastidi alla minzione. In questi casi la prima cosa da fare è senz'altro informare il proprio medico di famiglia e indagatre sul tipo di infezione a cui ci si trova di fronte. A seconda dell'agente patogeno scatenante, infatti, la cura e la soluzione possono variare anche di molto e cercando di risolvere il problema con metodi fai-da-te, si rischia di peggiorare la situazione. Per non rovinarsi le vacanze, sarebbe meglio evitare. Ecco allora qualche consiglio per prevenire le infezioni vaginali. 

Per approfondire guarda anche: “Uso del tampone vaginale“


Come prevenire le infezioni vaginali 

Per tenersi alla larga, quindi, dai problemi spiacevoli, ecco qualche consiglio per prevenire le fastidiosi infezioni vaginali:

  1. Non indossare abiti troppo stretti e non stare troppo tempo seduti. Perché? L’umidità nella zona genitale in estate aumenta e, quindi, si riduce il flusso d’aria, provocando attrito e irritazione: insomma, luogo e tempo ideale per il prosperare dei batteri. Di conseguenza, meglio abiti che permettono maggiore aerazione e movimento.
  2. Indossare assorbenti. Sì, perché in questo modo si contribuisce a mantenere la vagina pulita e inodore, ovvero riducendo l’umidità per evitare la crescita dei batteri. Bisogna stare lontane, poi, dalle lavande vaginali e dagli spray, così come dai tamponi profumati.
  3. Indossare mutande di cotone. Così si mantiene la pelle asciutta e fresca.
  4. Depilarsi 24 - 48 ore prima di andare in spiaggia o in piscina. In questo modo si evita che la pelle s’irriti a contatto con il cloro o l’acqua di mare, coinvolgendo negativamente un eventuale poro infetto.
  5. Urinare frequentemente e sempre dopo un rapporto sessuale (e il preservativo ovviamente è d’obbligo, perché protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili).
  6. Bere dai 2 ai 3 litri di liquidi al giorno (non solo acqua ma anche succhi di frutta, frullati…).
  7. In spiaggia, non stare troppo a lungo con il costume da bagno umido: portare con sé un ricambio.

Seguite questi consigli e così potrete trascorrere le vostre vacanze senza gli odiosi fastidi intimi: il relax va salvaguardato! 

Leggi anche:
Prurito, bruciore, perdite vaginali e dolore durante i rapporti sessuali sono i sintomi comuni delle vaginiti, le infezioni della vagina.
06/07/2017
11/08/2016
TAG: Estate | Ginecologia e ostetricia | Infezioni | Salute femminile
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere