Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-05-2006

Biopsia miocardica

Due anni fa ho avuto una pericardite acuta.... manifestatasi con forte dolore allo sterno irrigidimento di tutto il lato sinistro.... da quel momento non sono stata mai bene... febbretta... dolori allo sterno ... affaticamento... affanno... in momenti di particolare stress ma niente che potesse giustificare tutto questo... dopo varie ricerche e dopo la risonanza magnetica che ho fatto a febbario di quest'anno mi hanno diagnosticato una miocardite in fase attiva ed a breve sarò costretta a fare una biopsia per capirne la natura... vorrei sapere quali sono le conseguenze di tutto ciò... e se riuscirò mai a guarire sul serio...
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Domanda di non facile risposta. Certamente sono d’accordo con la necessità di eseguire la biopsia miocardica per definire il tipo di miocardite, cioè identificare possibilmente la sua causa e a quel punto cercare di individuare e mettere in atto la terapia più idonea. Questo va certamente fatto quando la malattia è in fase attiva ed i risultati possono essere più sicuri evitando così che si crei un danno cronico al muscolo cardiaco.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!