25-07-2018

Colon irritabile

Buongiorno, Ho 36 anni e da circa 7 mesi non ho pace. Tutto è iniziato con dolori addominali fortissimi (quadrante superiore destro) per cui sono stata in pronto soccorso. Antidolorifici, un antispastico e via. I sintomi non accennavano a modificarsi e sono stata da un gastroenerologo che mi ha tuttora in cura. Premetto che nel frattempo ho eseguito eco addome completo (negativa), colangio RMN (negativa; preciso che sono colecistectomizzata).

Diagnosi: colon irritabile. E' da gennaio che alterno diverse terapie con farmaci e integratori a periodi di stasi in cui sto relativamente bene. Periodicamente, però, i sintomi ritornano (da circa tre mesi il dolore è localizzato al cieco). Sono attentissima all'alimentazione (anche perché insulinoresistente) e seguo alla lettera le terapie, che in effetti mi danno beneficio, ma una volta smesse basta poco a star di nuovo male. Il gastroenterologo mi ha consigliato di eseguire una nuova ecografia addominale e valutare il da farsi. Io sono davvero esausta, questi dolori mi condizionano la vita... quando sto male devo restare a casa dal lavoro e non riesco a uscire, non riesco nemmeno più ad avere una vita sessuale serena, i rapporti sono dolorosi perché l'intestino viene sollecitato e mi fa male. Cosa mi consigliate? Sono stanca... Grazie.

Risposta di:
Dr. Marcello Picchio
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente e Chirurgia generale
Risposta

La cura è sintomatica e l'aggiunta di farmaci antidepressivi può essere di giovamento.

TAG: Addome | Adulti | Apparato Digerente | Disturbi dell'umore | Disturbi gastrointestinali | Esami | Farmacologia | Gastroenterologia | Infiammazioni | Intestino | Radiodiagnostica | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!