01-01-2003

Cosa fare

L$anno scorso a marzo mi è stata asportata d$urgenza la Colecisti a causa di un calcolo di 3 cm. di diametro, che aveva ostruito il coledoco e prodotto una colica. Prima di allora non avevo mai avuto coliche anche se alcuni sintomi, Dolore al fianco e fegato ingrossato, mi avrebbero potuto indurre a riflettere.
Dopo l$intervento ho modificato completamente le mie abitudini alimentari, molta verdura, frutta e Carboidrati, reintroducendo lentamente e solo occasionalmente alcuni alimenti "grassi", che tuttavia assumo molto di rado.
A dimostrazione di ciò, non ho ripreso nemmeno uno dei chili persi dopo l$intervento (non ero comunque nemmeno prima in sovrappeso ).
Purtroppo oggi, a distanza di un anno, ho di nuovo dolore al fianco e alla schiena. Il fegato è ancora ingrossato e devo rifare un$ecografia.
E$ possibile sviluppare calcoli al fegato anche senza la colecisti? Se sì, giustificano da soli l$ingrossamento del fegato? Un$alimentazione controllata non è sufficiente a evitarne la formazione? La pillola anticoncezionale, che assumo da diversi anni e mi ha innalzato il tasso di colesterolo, può favorirne la formazione ? Esistono, infine, terapie farmacologiche(non vi chiedo quali)?

Vi ringrazio per la disponibilità e mi scuso per il numero elevato di domande.


Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Le consiligamo di leggere la scheda dedicata alla calcolosi e le domande sullo stesso argomento cliccando sui link nella sezione successiva.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!