Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-09-2006

Da un controllo cardiologico di routine,

da un controllo cardiologico di routine, dall'elettrocardiogramma è stata rilevata una fibrillazione atriale asintomatica. Da ulteriori accertamenti, ( ecocrdiogramma non si sono evidenziati patologie cardiache. Effetuati diversi holter il cardiologo ha constatato che la fibrillazione non è sempre costante, il ritmo torna normale per lunghi periodi, ed in fibrillazione senza che avverta alcun malessere. la diagnosi medica è fibrillazione parossistica asintomatica. MI si invita ad effettuare l'ablazione, visto che la terapia farmocologica non ha alcun effetto. Cosa mi consigliate? (terapia effettuata:corderone, isoptin120, rytmonorm) attualmente assumo cumadin, 1/2 comp. di almartimo mattina e 1/2 la sera
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’ablazione è sicuramente una possibilità, ma è da valutarne l’indicazione anche in ragione del numero di crisi che si verificano, cioè se la fibrillaz si presenta una-due volte l’anno probabilmente conviene insistere con la terapia medica e possibilmente ricercare anche cause eventuali extracardiache(ernia iatale dello stomaco, calcolosi colecistica). Tenga presente che dopo l’ablazione sicuramente per un lungo periodo comunque dovrà seguire anche una terapia medica. Converrà discuterne con un buon centro di aritmologia cardiaca, ce ne sono diversi in Italia, certamente anche più di uno nei capoluoghi di ogni regione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!