Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01-06-2003

Diagnosi di sterilità

Spett. Redazione di Filodiretto,
ho letto con molto interesse il primo numero della newsletter e vorrei approfittare dell’occasione offertami per sottoporre ai vostri psichiatri il caso di una mia paziente. Recentemente una mia paziente di 32 anni ha ricevuto una Diagnosi di sterilità per una ostruzione delle tube, dopo 5 anni di ricerca di gravidanza. Da quel momento ha iniziato a presentare dismenorrea, irregolarità mestruale, sensazione di tensione mammaria e Cefalea. La paziente appare molto ansiosa e preoccupata riguardo alla comparsa di questi sintomi, anche perché non aveva mai sofferto di tale malessere in passato. Ho consigliato alla paziente di sottoporsi ad una visita ginecologica e ad una Ecografia pelvica, che sono risultate nella norma. Ho ritenuto pertanto che la sintomatologia fosse di natura ansiosa e ho prescritto una benzodiazepina, che la paziente assume regolarmente da circa 3 settimane senza però remissione dei sintomi. Come mi devo comportare?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile collega,
La ringraziamo per la puntuale segnalazione. Alla luce della nostra esperienza ci sentiamo di suggerirLe, a questo punto, di utilizzare l’associazione della benzodiazepina con blando antidepressivo (meglio un SSRI, onde evitare altri effetti collaterali). E' presumibile che l’evento stressante (frustrazione brusca di comprensibili aspettative) sia stato tale da causare il superamento della soglia d’ansia traghettando la sua paziente in uno stato di malessere e portandola quindi allo sviluppo di valenze depressive anche somatizzate.

A cura del Dott. A. Castellani e del Dott. G. Perna
TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!