Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02-04-2004

Egr.gi d.ri, mia madre soffre da più di 10 anni

Egr.gi D.ri, mia madre soffre da più di 10 anni di papillomi alla Vescica, che le sono stati rimossi periodicamente. L'ultima volta, a seguito di esami specifici, abbiamo appreso che su un Rene vi è un papilloma di circa due centimetri di diametro. Il medico curante è intenzionato ad asportare il rene, sostenendo che tale soluzione drastica consentirebbe di non dover reintervenire successivamente in caso che si riformino i papillomi. La mia domanda è questa: una volta asportato il rene, cosa succederebbe nell'IPOTESI che i papillomi si formino sul rene rimasto? E' sufficiente un controllo periodico che monitorizzi l'eventuale formazione di nuovi papillomi per intervenire con una immediata rimozione degli stessi o bisogna sperare che non si riformino perchè bisognerebbe, anche in questo caso asportare il rene (con tutte le conseguenze)? Grazie per l'attenzione.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il papilloma della vescica, pur essendo una formazione benigna, tende a recidivare come ha potuto constatare nel corso degli anni. Il problema è di pertinenza urologica per cui le consiglio di consultare un urologo per la valutazione del caso.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!