16-02-2006

Embolia

Ho 28 anni. Un anno fa mi è stato diagnosticato, mediante ETT un Aneurisma del setto interatriale con convessità destra, il forame ovale non sembra pervio. Ho eseguito l'esame perchè ero in un periodo di Stress e percepivo come delle palpitazioni. A parte l'aneurisma, dall'esame la funzionalità cardiaca non è risultata alterata e il medico mi ha consigliato semplicemente di ripetere il controllo ogni anno, ma mi ha anche informato che questo difetto espone ad un maggior rischio per eventi tromboembolici. Vorrei sapere: "Quale è il rischio effettivo?". Considerando che sono anche tendenzialmente tachicardica (a riposo 84 battiti/min.) posso svolgere qualsiasi regolare attività fisica? E' vero che la gravidanza potrebbe essere un ulteriore fattore di rischo? Vorrei un consiglio su come affrontare il problema, grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In presenza di semplice aneurisma del setto interatriale il rischio di embolia è considerato assai basso e quindi complessivamente condivido l’ipotesi fatta dal suo medico senza particolari limitazioni per le sue normali attività della vita quotidiana e per un’eventuale gravidanza.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!