06-08-2012

Gent. dottori,ho il mio papà di anni 82 che da

Gent. dottori,ho il mio papà di anni 82 che da qualche mese presenta sintomi (...almeno per i familiari) nel comportamento preoccupanti.Premesso che è stato sottoposto a numerosi esami clinici (esami cardiovascolari, del sangue, urine, feci, market tumorali, radiografie ai polmoni ecc) e a visite specialistiche (cardiologica, pneumologica, vascolare, neurologica), tutti con esito negativo.Intanto i problemi seguenti NON sono migliorati anzi.Lui oltre ad essere depresso ed avere un atteggiamento i tipo fatalista su ciò che gli capita, ha problemi: di cattivo riposo notturno con ripetute pause del sonno ed ultimamente anche caduta dal letto ( cosa che gli capita quando stanco della posizione supina, si mette a sedere sul bordo del letto e ...cade)ha perso l'appetitobeve pochissima acquaha le allucinazioni, (vede gente e cose che in uel momento non sono presenti)cammina in modo strano (ha ridotto la lunghezza dei passi aumentandone la frequenza)si stanca facilmente e reagisce a ciò facendo sempre meno spostamentidorme tutto il giornoNON SO' COSA ALTRO FARE...grazieLino
Risposta di:
Dr. Pietro De Domenico
Specialista in Neurologia e Psichiatria
Risposta

FORSE E' IL CASO DI SOTTOPORRE SUO PADRE AD UN CONTROLLO PSICHIATRICO, DAL MOMENTO CHE I SINTOMI PRINCIPALI SONO LE MODIFICAZIONI CARATTERIALI, IL CALO DELL'UMORE E QUELLE CHE LEI DEFINISCE "ALLUCINAZIONI". IN BASE ALLAVISITA SI POTRA' RENDERE NECESSARIO ESEGUIRE QUALCHE ESAME STRUMENTALE (EVENTUALE TC O RMN) AL FINE DI UNA CORRETTA DEFINIZIONE DIAGNOSTICA DEI SUDDETTI DISTURBI

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia