Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02-04-2013

in attesa di diagnosi

Salve! Ho 43 anni e da circa 3 accuso di dolori diffusi in tutto il corpo. Prima è cominciato dal dolore al tallone dx, poi tutto il piede, poi quello sinistro. Dopo tre anni di sofferenza di stare in piedi mi erano diagnosticati speroni calcaneari. Spesso durante il camino mi si bloccava anca dx e la sera non riuscivo piu ad alzarmi dal divano. Scivolavo a terra e aggrapandosi ai vari appoggi mi tirravo su. Ora da circa sei mesi accuso il forte dolore ed irigidimento in zona del racchide. Non riesco piu a piegarmi in avanti, ho dolori insoportabili alle gambe, giorno e notte, ai piedi e spesso a tutta la schiena. Questi diventano sopportabili con brufen 600x2 tutti i giorni, ma mai spariscono completamente. Sono stata mandata dal reumatologo che sospetta spondiloartrite, ma per diagnosi devo aspettare alla prossima visita fra un mese. Esami del sangue sono normali tranne anemia da ferro, VES, PCR nella norma. RX addensamento sclerotico delle articolazioni sacroiliache e della sinfisi pubica, RMS versamento coxofemorale bilaterale, erosioni , sclerosi, edemi nei vari punti delle sacroiliache... Questo quadro in quale direzione porta? E giusto il sospetto della reumatologa? Ho bisogno di sapere cosa ne pensa anche perchè in questi giorni non riesco piu neanche di andare in macchina, ad andare a lavorare ma neanche di stare seduta o sdraiata per lungo termine. Sto impazzendo.
Risposta
Buonasera!la sintomatologia da lei descritta come il dolore lombosacrale, la rigidità, le entesiti che portano ad esiti come gli speroni può far pensare con buona probabilità che si tratti di spondiloartrite. L'origine purtroppo molto spesso non è chiara (spondilite?psoriasica?artrite reattiva?altro?). Anche i risultati delle indagini di diagnostica che ha fatto mettono in evidenza che c'è stata un infiammazione a carico delle articolazioni sacroiliache (sclerosi, erosioni) che probabilmente persiste tutt'oggi. Probabilmente se i soli antinfiammatori non bastano potrebbero essere usati farmaci immunomodulanti quindi fa benissimo ad andare dallo specialista reumatologo che sicuramente le darà una cura adeguata per la sua situazione.saluti
TAG: Medicina interna | Reumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!