23-07-2012

ma comunque...

E' vero dott.Barrella, Lei ha ragione rispondendo così' ( cod. J7ZK2YC722), ma sa ke solo chi soffre come me capisce la rabbia oltre al dolore ke si ha dentro, il fatto ke con tutti i passi notevoli ke nel corso degli anni la medicina si è evoluta in maniera astronomica dico, è mai possibile ke per un male cosi' si è ancora i vulnerabili? grazie.
Risposta

Più che una domanda, la sua mi sembra un invito a fare delle considerazioni "filosofiche".

In generale, sì, la medicina si è evoluta moltissimo, ma la stragrande maggioranza delle condizioni croniche è rimasta pressoché irrisolta (pensi se domani qualcuno trovasse una cura per guarire l'artrosi: altro che Nobel!).

Saluti

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia