10-11-2003

Mio marito è tetraplegico da 12 anni (c7) e gli

Mio marito è tetraplegico da 12 anni (c7) e gli è stato diagnosticato un morbo di chron dopo la Resezione di una Stenosi del Colon trasverso e l'applicazione di una colonstomia rioperabile. la domanda è la seguente: conviene rioperare lo stoma o è meglio tenerlo, anche perché ora non sta più prendendo lassativi come prima (in particolare thè di senna). e la seconda domanda è: è possibile che il morbo di chron sia venuto anche per colpa dell'assunzione di tutti i lassativi in questi 12 anni? e infine è chiaramente più delicata la posizione di un tetraplegico rispetto a un paziente "normodotato"?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Ciò che comanda è la Qualità di Vita! Quindi se lo colostomia è ben sopportata e facilmente gestita suggerisco nel caso di suo marito di lasciarla. Non vì è rapporto tra lassativi e morbo di Crohn. Nel caso di suo marito le scelte terapeutiche devono essere ponderate rispetto alla sua invalidità (perciò ritengo che la colostomia sia accettabile).
TAG: Chirurgia generale | Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!