22-12-2005

Mio padre (67 anni), da circa 2 anni ha scoperto

Mio padre (67 anni), da circa 2 anni ha scoperto di essere affetto da Epatite C cronica che non è stata trattata per ora con cure tipo interferone o similari. Dopo un'ecografia e una successiva TAC a inizio dicembre 2005 si è saputo della presenza di un nodulo di 12 mm riconducibile a Epatocarcinoma nel VI segmento. Da successiva Ecografia si sono evidenziati una serie di noduli di dimensioni più ridotte anche in altri segmenti in sede sottoglissoniana, in un primo momento stimati come shunts. Sembrerebbe no esserci ipertensione portale. Qual è la migliore strada da percorrere con una situazione clinica di questo tipo? Intervento chirurgico o altro? Mi potreste dare dei riferimenti di medici e/o centri a cui rivolgersi? Noi siamo di Brescia. Ringrazio sentitamente lo staff di paginemediche per le risposte che mi vorrà fornire. Angelo.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Se le condizioni cliniche e di funzione epatica sono buone, essendovi una diffusione delle lesioni focali (HCC multifocale), potrebbe prendersi in considerazione una procedura terapeutica basata sulla chemioembolizzazione per via arteriosa (TACE).
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!