Spett. Redazione di Filodiretto, […. ] Spesso le giovani pazienti mi riferiscono che il loro ginecologo ha proposto la pratica contraccettiva di sua iniziativa, senza che venisse richiesta dalla cliente e senza motivazioni diagnostiche o terapeutiche. Dopo anni di pratica anticoncezionale le giovani donne, divenute un po’ meno giovani, mostrano una... Leggi di più lesione nella valutazione di sé. Si giudicano non idonee a diventare mamme. Non raramente ho sentito affermare da qualche paziente, che si è ritrovata gravida con stupore, dopo la cessazione dall’uso del contraccettivo. “Credevo che non sarei potuta restare incinta”. Nel frattempo esse non avevano organizzato la propria vita in funzione di una possibile maternità, ed eccole al bivio: fare proseguire la gravidanza o abortire? Il partner era tale solo per le occasioni di piacere o anche per progettualità più mature e costruttive? In alcuni casi il proseguire nella gravidanza porterebbe alla condizione di ragazza-madre. [….] non è escluso affatto che qualche donna sottostimi la sua idoneità al ruolo di mamma.