Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-11-2002

Quante volte

Dispongo di un apparecchio da polso per misurare la pressione, e da numerose rilevazioni (eseguite però quasi sempre in stato un po' ansioso) è risultata una pressione minima elevata (intorno ai 95 raramente anche oltre) mentre la massima raramente supera i 125. Le mie domande sono: è giusto preoccuparsi, data la mia giovane età? e inoltre, cosa sta ad indicare soltanto una minima elevata, qualche disturbo particolare? perchè dicono che sia il valore minimo quello più importante? preciso che non sono una fumatrice.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In assenza di altri fattori di rischio (ad es. diabete, dislipidemia, familiarità per accidenti cardiovascolari) deve controllare la sua pressione regolarmente (anche al di fuori degli stati di ansia) per un periodo di almeno 3 mesi. Non è vero che la pressione arteriosa diastolica (minima) è quella più importante.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!