02-06-2007

REVISIONE

Salve, mio padre ha subito un intervento per neoplasia vescicale; l'esame istologico e il seguente:

Descrizione macroscopica: A) "cupola"frammenti, 1 cm di diametro aggrecato; in toto 2 bl.
B) "turbn" frammenti, 4 cm di diametro aggrecat; in toto 4 bl

Diagnosi:
A) carcinoma uroteliale papillare e non papillare, grado II oms, con ampio focolaio di invasione nella lamina propria (frammenti,muscolaris propria non compresa nel prelievo).
B) carcinoma uroteliale papillare, grado II, non invasivo.
(frammenti comprendenti rari fasci di muscolaris propria)

Il medico che lo ha in cura, una volta avuto i risultati di cui sopra lo ha ricevuto in visita chiedendo le analisi all'urina, e dopo averli visionati ci dice che non serve alcuna terapia, prenotandogli una visita per un controllo fra 3 mesi.

E la normale procedura prevista per il caso di mio padre?
Anticipatamente Vi ringrazio.
Risposta di:
Risposta
E' VEROSIMILE CHE IL SUO UROLOGO AVENDO RILEVATO COESISTENZA DI CARCINOMA NON PAPILLARE ED ASSENZA IN ALCUNI PRELIEVI DI TESSUTO MUSCOLARE ,VOGLIA RIVALUTARE A BREVE LA CONDIZIONE ANCHE ENDOSCOPICAMENTE PER CHIARIRE IL LIVELLO (SUPERFICIALE O INFILTRANTE) DELLA LESIONE
TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!