27-12-2005

Salve, ho 32 anni e da circa 2 anni, a causa di un

Salve, ho 32 anni e da circa 2 anni, a causa di un lutto in famiglia, soffro di crisi di Ansia e in un paio di occasioni ho avuto degli episodi di panico. Ora da qualche giorno, dopo pranzo avverto una inspiegabile tachicardia (ho raggiunto anche i 120 BPM). Circa un anno fa ho effettuato una visita cardiologica ed un ECG(con esito negativo) in quanto avevo dei dolori toracici ed il dottore stesso mi ha prescritto il Lexotan. Ho ripetuto la visita e l'ECG circa 2 mesi fa e l'esito è sempre stato negativo. Volevo sapere se questa tachicardia può essere ricollegata all'ansia o se sia necessario fare degli accertamenti più approfonditi. Se no uno psicologo potrebbe aiutarmi a superare questi miei disagi? Grazie in anticipo!!!
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Lei stesso collega il lutto subito con manifestazioni (anche importanti) di ansia. Mi sembra di capire che gli episodi continuano tutt’ora. Nel frattempo da qualche giorno è comparsa una inspiegabile tachicardia accessionale. E’ assai probabile che il suo disturbo sia collegato all’ansia ma una nuova visita medica è opportuna per meglio indagare circa il rapporto che esiste tra le palpitazioni e l’assunzione del cibo. In ogni caso, se soffre di crisi di panico credo sia una buona idea cercare anche un aiuto psicologico per cercare di curare alla radice il problema che comunque l’affligge.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare