Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

11-01-2014

Salve, mia madre di età 52 è stata operata il

Salve, mia madre di età 52 è stata operata il 27/11/2013 per la rimozione di un neoplasma al volo trasverso. Riporto l'esame istologico: Adenocarcinoma moderatamente differenziato, di tipo intestinale, ulcerato, infiltrante la parete a tutto spessore fino al tessuto adiposo previscerale. Lieve infiltrato linfocitario peritumorale. Adenoma tubolare con displasia di basso grado ( neoformazione polipoide cm 0,5 diametro massimo, descritta macroscopicamente. Mestasi linfonodale a 6/32 linfonodi previscerali reperiti. Indenni da infiltrazione neoplastica gli anelli di resezione, la valvola ileo-cecale e l'appendice. pT3 N2a Snomed:T-59300 M-81403Vorrei un parete oncologico in attesa dell'incontro con l'oncologo la prossima settimana. Grazie in anticipo.
Risposta di:
Dr. Piero Gaglia
Specialista in Chirurgia generale e Oncologia
Risposta

 Quando ricevera' la mia risposta, con ogni probabilita' Sua madre avra' gia' eseguito la visita con l'oncologo, che di sicuro Le avra' proposto una chemioterapia adiuvante (altrimenti detta "precauzionale").

E' una situazione standard che in tutto il mondo viene trattata allo stesso modo.

Vorrei piuttosto porre l'accento sull'aspetto dell'ereditarieta' del tumore del colon, aspetto questo che viene spesso misconosciuto.

Un carcinoma della parte destra del colon, insorto in una paziente di 50 anni anni e' un tumore che ha un'alta probabilita' di avere una componente genatico/ereditaria. Dipende molto dall'eventuale numero di casi di tumore (non solo del colon) fra i consanguinei.

All'atto pratico, e' necessario che venga ricercata sul pezzo operatorio la "instabilita' microsatellitare" o MSI (esame che non viene fatto di routine e non in tutti gli ospedali).

Se il tumore fosse MSI positivo, e' indicata un'indagine genetica sul DNA di Sua madre per cercare la presenza di una mutazione genetica specifica che potrebbe essere presente anche nei consanguinei, in particolare nei figli.

L'eventuale  presenza di una mutazione genetica in un caso come questo (sarebbe una mutazione tipo HNPCC o Sindrome di Lynch) non significherebbe la certezza di avere un tumore nel corso della vita, ma imporrebbe la necessita' di attuare un programma di screening specifico, particolarmente intenso, ma molto efficace.

 dott. Piero Gaglia

per ulteriori delucidazioni mi puo' contattare via mail all'indirizzo :   piero.gaglia@libero.it

TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!