Dr. Andrea MilitelloDottore Premium

Specialista in Andrologia e Urologia

Medico Specialista Privato
Roma (RM) | Vedi mappa
360 Risposte | 64 Articoli |
follower
Indietro
13 SET 2018

Biopsia della prostata a 6 core in pazienti con PSA elevato

Biopsia della prostata a 6 core in pazienti con PSA elevato

Uno studio tutto italiano ha mirato a indagare sull'adeguatezza della biopsia della prostata a 6 core in pazienti con livelli di PSA elevati oltre 20 ng / mL.

Materiali e metodi

La cartella clinica dei pazienti che hanno ricevuto la biopsia prostatica tra l'agosto 2011 e l'agosto 2016 che presentavano valori sierici totali di PSA superiori a 20 ng / mL, sono stati esaminati in modo retrospettivo. In questo studio, sono stati inclusi 40 pazienti che hanno ricevuto 6 core biopsia della prostata e 40 pazienti che hanno ricevuto 12 biopsie della prostata di base. Un totale di 80 pazienti sono stati arruolati in questo studio.

I pazienti sono stati divisi in due gruppi, un gruppo di biopsia a 6 core e un gruppo di biopsia a 12 core. Questi gruppi vengono confrontati in base all'età, al PSA totale, al volume della prostata e alla diagnosi patologica finale.

Risultati

Sulla base della diagnosi patologica finale, 2 pazienti (5%) avevano patologia benigna e 38 pazienti (95%) avevano PCA in entrambi i gruppi 1 e 2. Il tasso di rilevazione del cancro in entrambi i gruppi era del 95%. Sebbene ci fossero valori più alti di età media, PSA medio totale e volume prostatico medio nel gruppo 1, non c'era alcuna differenza statisticamente significativa a queste variabili in entrambi i gruppi.

Conclusione

Sebbene l'assunzione di 6 biopsie core non sia stata recentemente raccomandata, si è dimostrato che la biopsia con 6 core è adeguata per i pazienti con valori di PSA superiori a 20 ng / mL.

Chiaramente sono sempre studi orientativi mirati a rendere la diagnostica della neoplasia prostatica sempre meno aggressiva e più accurata.

 

Fonte:

https://doi.org/10.4081/aiua.2018.2.104

Leggi anche:
Con il termine di iperuricemia si intende un aumento dei valori di acido urico nel sangue superiori alla norma. Ad essere colpiti sono prevalentemente gli uomini.
Ultimi post
Gli integratori di zinco e acido folico non migliorano la fertilità negli uomini
Gli integratori di zinco e acido folico non migliorano la fertilità negli uomini
10 Febbraio, 2020
Moderne strategie nel trattamento della malattia di Peyronie: le protesi peniene
Moderne strategie nel trattamento della malattia di Peyronie: le protesi peniene
20 Gennaio, 2020
Con la dieta povera di grassi si rischia il calo di testosterone
Con la dieta povera di grassi si rischia il calo di testosterone
13 Gennaio, 2020
Effetto terapeutico del licopene sulla prostatite cronica e dolore pelvico cronico
Effetto terapeutico del licopene sulla prostatite cronica e dolore pelvico cronico
07 Gennaio, 2020
Assenza congenita dei vasi deferenti e azoospermia ostruttiva
Assenza congenita dei vasi deferenti e azoospermia ostruttiva
20 Dicembre, 2019
Chi sono
Andrologo Urologo Scuola Italiana di Ecografia Master di II° livello in Andrologia Protesica e Fisiopatologia della Riproduzione Umana Master in Fisiopatologia della Riproduzione Umana Libero docente presso l'Universita' UNIFEDER nel Dipartimento di Scienze Urologiche, Biomediche e Traslazionali