Dr. Andrea MilitelloDottore Premium

Specialista in Andrologia

Medico Specialista Privato
Roma (RM) | Vedi mappa
360 Risposte | 46 Articoli |
follower
Indietro
10 GEN 2019

Cistoscopia a luce blu con esilaminolevulinato: esperienza di 7 anni

Cistoscopia a luce blu con esilaminolevulinato: esperienza di 7 anni

Riporto un interessante studio tutto italiano.

Obiettivo

Obiettivo del presente studio era valutare l'accuratezza diagnostica della cistoscopia a luce blu con esilaminolevulinato (HAL) rispetto alla cistoscopia a luce bianca standard (WLC) nella pratica quotidiana.

Materiali e metodi

Uno studio osservativo, comparativo, controllato (all'interno del paziente) è stato condotto presso il nostro centro. 61 pazienti consecutivi con carcinoma della vescica sospetto o confermato sono stati reclutati per lo studio da gennaio 2008 a gennaio 2015. Nello studio sono stati inclusi i pazienti con sospetto carcinoma della vescica (citologia positiva con WLC negativo) o storia di precedente NMIBC o CIS di alto grado.

Biopsie/resezione di ogni lesione positiva/aree sospette sono state sempre prese dopo che la vescica è stata ispezionata sotto WLC e BLC. Le diagnosi di tumore della vescica o CIS sono state considerate come risultati positivi e la presenza di urotelio normale nel campione bioptico come risultato negativo.

Risultati

61 BLC sono stati eseguiti. 15/61 (24,5%) con sospetta diagnosi iniziale di NMIBC e 46/61 (75,5%) con una storia di carcinoma della vescica non muscolo invasiva ad alto rischio (NMIBC). Abbiamo eseguito un totale di 173 biopsie/TURBT di aree sospette: 129 positive solo alla BLC e 44 entrambe positive a WLC e BLC. 84/173 biopsie/TURBT erano positive per il cancro. Tutti gli 84 NMIBC erano positivi al BLC, mentre 35/84 erano positivi al WLC con una sensibilità di BLC e WLC rispettivamente del 100% e del 41,7%.
La sensibilità del WLC per l'alto livello di NMIBC e CIS era rispettivamente del 34,1% e del 39% mentre la sensibilità del BLC per il NMIBC e il CIS di alto grado era del 100%. La specificità del WLC era del 79,9% rispetto al 48,5% del BLC. Il valore predittivo positivo di BLC e WLC era rispettivamente del 48% (IC 95%: 0.447-0.523) e 79% (IC 95%: 0.856-0.734).

Conclusioni

I nostri dati confermano quelli riportati in letteratura: il BLC aumenta il tasso di rilevamento di NMIBC in particolare nei pazienti ad alto rischio (storia di CIS o di alto grado). Il BLC è un potente strumento diagnostico nella diagnosi del cancro della vescica se si sospetta la malignità (citologia urinaria positiva) e se il WLC convenzionale è negativo.

Per chi volesse approfondire ecco la fonte:

Leggi anche:
L'incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina, una condizione molto frequente che riguarda soprattutto l'universo femminile.
Ultimi post
Trattamento della ipertrofia prostatica con il vapore acqueo: il sistema Rezum
Trattamento della ipertrofia prostatica con il vapore acqueo: il sistema Rezum
21 Giugno, 2019
Nuove varianti di DPY19L2 nei pazienti globoazoospermici
Nuove varianti di DPY19L2 nei pazienti globoazoospermici
14 Giugno, 2019
Resistenza alla terapia ormonale del tumore della prostata
Resistenza alla terapia ormonale del tumore della prostata
20 Maggio, 2019
La progressione del tumore prostatico: il segreto nelle cellule staminali tumorali
La progressione del tumore prostatico: il segreto nelle cellule staminali tumorali
13 Maggio, 2019
Terapia del cancro alla prostata: presente e futuro
Terapia del cancro alla prostata: presente e futuro
02 Maggio, 2019
Chi sono

Andrologo Urologo Scuola Italiana di Ecografia Master di II° livello in Andrologia Protesica e Fisiopatologia della Riproduzione Umana Master in Fisiopatologia della Riproduzione Umana Comitato Scientifico presso l'Universita' UNIFEDER nel Dipartimento di Scienze Urologiche, Biomediche e Traslazionali