Dr. Andrea MilitelloDottore Premium

Specialista in Andrologia e Urologia

Medico Specialista Privato
Roma (RM) | Vedi mappa
360 Risposte | 64 Articoli |
follower
Indietro
11 NOV 2019

Gli effetti della carenza di testosterone sullo sviluppo di malattie renali croniche

Gli effetti della carenza di testosterone sullo sviluppo di malattie renali croniche

Nonostante le prove esistenti sul ruolo del testosterone come fattore protettivo per la funzione renale negli adulti maschi, ci sono risultati contrastanti e inconcludenti sull'influenza della carenza di testosterone sullo sviluppo di malattie renali croniche (CKD).

Gli obiettivi dello studio

Lo studio che riportiamo mirava a studiare l'incidenza e il rapporto di rischio di CKD tra gli adulti maschi con bassi livelli di testosterone rispetto ai controlli con livelli normali di testosterone.

Materiali e metodi

Durante uno studio di follow-up di 15 anni, sono stati reclutati un totale di 1277 adulti maschi di età compresa tra 20 e 80 anni – composto da 605 maschi con bassi livelli di testosterone (<350 ng / dL) e 672 controlli con livelli normali che hanno preso parte al Tehran‐Lipid and Glucose Study. I modelli di rischio proporzionale di Cox sono stati applicati per stimare i rapporti di rischio di CKD tra i gruppi dopo aver corretto i fattori confondenti.

I risultati dello studio

Il tasso di incidenza cumulativo totale di CKD, al tempo medio di follow-up di circa 11,2 anni, era 21/1000 (IC 95%: 18/1000, 25/1000) e 18/1000 (IC 95%: 16/1000, 22 / 1000) nei gruppi di testosterone basso e normale, rispettivamente (P = .2). Il modello multivariato di Cox corretto per età, indice di massa corporea, dislipidemia, ipertensione, diabete e fumo ha mostrato che l'HR dello sviluppo di CKD negli uomini maschi con bassi livelli di testosterone era significativamente più alto di quelli con livelli normali (HR = 1,38; IC al 95% : 1,05, 1,80).

Discussione e conclusione

Questo studio mostra un rapporto di rischio più elevato della progressione della CKD negli adulti maschi con ipogonadismo rispetto a quelli con livelli normali in età avanzata. Pertanto, la diagnosi e il trattamento tempestivi delle malattie renali negli uomini ipoganadici possono prevenire la morbilità e la mortalità da malattia renale cronica.

Fonte:

Ultimi post
Gli integratori di zinco e acido folico non migliorano la fertilità negli uomini
Gli integratori di zinco e acido folico non migliorano la fertilità negli uomini
10 Febbraio, 2020
Moderne strategie nel trattamento della malattia di Peyronie: le protesi peniene
Moderne strategie nel trattamento della malattia di Peyronie: le protesi peniene
20 Gennaio, 2020
Con la dieta povera di grassi si rischia il calo di testosterone
Con la dieta povera di grassi si rischia il calo di testosterone
13 Gennaio, 2020
Effetto terapeutico del licopene sulla prostatite cronica e dolore pelvico cronico
Effetto terapeutico del licopene sulla prostatite cronica e dolore pelvico cronico
07 Gennaio, 2020
Assenza congenita dei vasi deferenti e azoospermia ostruttiva
Assenza congenita dei vasi deferenti e azoospermia ostruttiva
20 Dicembre, 2019
Chi sono
Andrologo Urologo Scuola Italiana di Ecografia Master di II° livello in Andrologia Protesica e Fisiopatologia della Riproduzione Umana Master in Fisiopatologia della Riproduzione Umana Libero docente presso l'Universita' UNIFEDER nel Dipartimento di Scienze Urologiche, Biomediche e Traslazionali