Dr. Andrea Militello

Specialista in Andrologia e Urologia

Medico Specialista Privato
Roma (RM) | Vedi mappa
360 Risposte | 80 Articoli |
follower
Indietro
23 MAR 2020

Valutato il colesterolo ad alta densità per ridurre l'iperplasia prostatica benigna

Valutato il colesterolo ad alta densità per ridurre l'iperplasia prostatica benigna

In questo studio è stato valutato il livello ottimale di colesterolo lipoproteico ad alta densità per la prevenzione dell'iperplasia prostatica benigna (IPB) negli uomini che non assumono farmaci con statine usando una grande coorte storica.

Inizialmente i colleghi hanno selezionato 130.454 uomini che sono stati sottoposti a controlli sanitari nel 2009 dal National Health Information Database del National Health Insurance Service. Dopo aver escluso 36.854 uomini con BPH nel 2009 e 45.061 uomini per l'uso di statine, alla fine sono stati inclusi nell'analisi 48.539 uomini.

Un'analisi Kaplan-Meier e un'analisi di regressione multivariabile di Cox sono state eseguite per valutare il livello ottimale di colesterolo lipoproteico ad alta densità per prevenire l'IPB.

Risultati

I livelli di colesterolo lipoproteico ad alta densità erano inferiori a 40 mg / dL in 7431 (15,3%) uomini, da 40 a 49 in 15.861 (32,7%), da 50 a 59 in 15.328 (27,5%) e maggiore o uguale a 60 in 11.919 (24,6%). L'incidenza cumulativa complessiva di BPH è stata del 4,4%, 8,7%, 13,0% e 17,8% nei periodi di follow-up a 1, 2, 3 e 4 anni, rispettivamente.

Nell'analisi multivariabile, lipoproteine ​​ad alta densità superiori o uguali a 60 mg / dL sono state significativamente associate a una ridotta incidenza di BPH, così come età, residenza, reddito, indice di massa corporea, diabete, ipertensione, trigliceridi e aumento delle visite cliniche annuali, soprattutto negli uomini sulla quarantina.

Conclusione

Elevati livelli sierici di colesterolo ad alta densità erano associati a bassa incidenza di BPH. Inoltre, il mantenimento di lipoproteine ​​ad alta densità superiori o uguali a 60 mg / dL è stato associato ad una ridotta incidenza di BPH rispetto a lipoproteine ​​ad alta densità inferiori a 40 mg / dL, specialmente negli uomini sui 40 anni.

Ultimi post
Biomarcatori prognostici per i tumori del testicolo a cellule germinali
Biomarcatori prognostici per i tumori del testicolo a cellule germinali
15 Giugno, 2020
Obesità e arsenico, i due nemici della fertilità maschile
Obesità e arsenico, i due nemici della fertilità maschile
11 Giugno, 2020
DHEA, l’ormone motivatore utile per rallentare l'invecchiamento
DHEA, l’ormone motivatore utile per rallentare l'invecchiamento
03 Giugno, 2020
I meccanismi che collegano l'obesità al carcinoma della prostata
I meccanismi che collegano l'obesità al carcinoma della prostata
04 Maggio, 2020
Quando e perché utilizzare la terapia sostitutiva con testosterone?
Quando e perché utilizzare la terapia sostitutiva con testosterone?
30 Aprile, 2020
Chi sono
Andrologo Urologo Scuola Italiana di Ecografia Master di II° livello in Andrologia Protesica e Fisiopatologia della Riproduzione Umana Master in Fisiopatologia della Riproduzione Umana Libero docente presso l'Universita' UNIFEDER nel Dipartimento di Scienze Urologiche, Biomediche e Traslazionali