Dr.ssa Elisa Marcheselli

Specialista in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione e Psicoterapia

Psicologo - Psicoterapeuta
Arezzo (AR) | Vedi mappa
2 Risposte | 41 Articoli |
follower
Indietro
11 MAG 2020

Digitalizzazione della psicoterapia: emozioni e legame tra paziente e terapeuta

Digitalizzazione della psicoterapia: emozioni e legame tra paziente e terapeuta

In questo momento di grande cambiamento dovuto alla pandemia, le persone si sono adattate a nuovi stili di vita e a nuove sfide da affrontare. Ma anche i rapporti professionali sono mutati. Uno tra tanti quelli tra psicoterapeuta e paziente.  

Lo spazio terapeutico diventa in questo momento un salvagente sul quale nuotare in un mare incerto e dubbioso. Oggi più che mai lo psicoterapeuta è chiamato ad entrare nelle sfere sempre più intime e personali della vita delle persone, fatte da esperienze travagliate che si trovano di fronte a bivi decisionali, oppure da problemi che ostacolano i normali processi di sviluppo della propria autonomia personale, o realizzazione personale.

Per ottemperare al proprio dovere, molti professionisti della salute mentale hanno rimandato gli incontri psicoterapici nei propri studi, per stare vicino ai pazienti attraverso i mezzi digitali, fatti di videochiamate. 

Rimanere accanto ai pazienti in un momento in cui viene meno lo spazio fisico, ma riuscendo a rispettare i decreti ministeriali per limitare i rischi di contagio, appare necessario non solo deontologicamente ed eticamente, ma anche moralmente per chi in questo momento si trova a vivere uno stato di disagio che si sovrappone a quella già preesistente.

In questa vicinanza terapeutica le emozioni e i legami di supporto e sostegno si fanno sempre più importanti. Il terapeuta per primo deve contemplare emozioni e affettività da gestire con la propria stabilità e professionalità, in uno scambio armonico con il paziente, con l'obiettivo comune di risolvere un problema o dare sollievo alla persona. Oltre al colloquio clinico si esperisce una esperienza più profonda che fa entrare nel magico mondo delle emozioni, fatto da risonanze percettive e sensoriali. Un bravo psicoterapeuta deve essere molto pronto ad decifrare le emozioni che gli trasmette il paziente, rimanendo vicino ma differenziandosi, senza perdere la propria centratura.

L'esperienza condivisa del COVID19 ci mette di fronte una condivisione emotiva che molto spesso vede il paziente porre delle domande al terapeuta per sapere come sta. Questo significa che all'interno di questa esperienza possiamo permetterci di condividere e sentire sentimenti che ci accomunano.

Inoltre la digitalizzazione della professione in certi casi può aiutare ad abbattere alcuni sentimenti di vergogna e resistenza che nel rapporto "vis a vis" possono emergere. Umanizzare le professioni cogliendo gli aspetti emotivi che possono sostenere e aiutare a superare le difficoltà, in questo momento, dovrebbe essere la priorità rispetto a macchinose distanze professionali che possono alimentare disagi e non aiutare a risolvere realmente i problemi.

 

Ultimi post
I benefici psicologici di vivere con un cane
I benefici psicologici di vivere con un cane
03 Giugno, 2020
I pericoli dei videogames online
I pericoli dei videogames online
25 Maggio, 2020
Aumento dei casi di cyberbullismo durante il lockdown
Aumento dei casi di cyberbullismo durante il lockdown
18 Maggio, 2020
Scuole chiuse: genitori nel doppio ruolo tra regole e didattica
Scuole chiuse: genitori nel doppio ruolo tra regole e didattica
06 Maggio, 2020
I lati positivi della quarantena
I lati positivi della quarantena
14 Aprile, 2020
Chi sono
Sono la Dott.ssa Elisa Marcheselli, mi occupo di salute mentale e benessere psico-fisico. Tratto disturbi clinici come depressione, ansia, attacchi di panico, disturbi alimentari e di personalità. Aiuto le persone a risolvere disagi emotivi e relazionali in ambito personale e professionale. Studio i comportamenti connessi alla dipendenza da internet e i comportamenti antisociali che nascono dall'uso improprio delle tecnologie (cybercrime, cyberbullismo, sexting, pedofilia on line, hatespeech). Lavoro all'interno dei sistemi organizzativi per favorire un clima positivo e produttivo e per potenziare la performance. Studio ed utilizzo la Tecnologia Positiva, per aumentare il benessere individuale e organizzativo. Promuovo l'uso positivo e consapevole delle nuove tecnologie.