Dr.ssa Elisa Marcheselli

Specialista in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione e Psicoterapia

Psicologo - Psicoterapeuta
Arezzo (AR) | Vedi mappa
2 Risposte | 49 Articoli |
follower
Indietro
06 APR 2020

La sospensione dei rituali religiosi: i risvolti psicologici della mancata condivisione a causa della quarantena

La sospensione dei rituali religiosi: i risvolti psicologici della mancata condivisione a causa della quarantena

In questa situazione assistiamo anche alla sospensione di ogni forma di rituale religioso: matrimoni, battesimi, funerali, riti Pasquali. Non è la prima volta che nella nostra storia grandi epidemie impediscano la realizzazione di questi riti. La celebrazione di ogni rituale incide dal punto di vista psicologico aiutandoci a condividere e a manifestare pubblicamente emozione e sentimenti. Quest'anno non potremmo partecipare alla Santa Messa né alle processioni e ci ricorderemo questo momento vivendolo tra le nostre mura domestiche.

In questo periodo molte persone non hanno potuto piangere i loro cari, per come avrebbero voluto e molti hanno esternato il proprio dolore con messaggi e lettere sui giornali locali o sui social. I rituali religiosi sono occasioni per esprimere pubblicamente il proprio dolore e ci aiutano a farci accettare la morte e cambiamenti della vita. Sono occasioni per esprimere e condividere in maniera profonda sentimenti e stati d'animo.

In questa fase si è costretti ad elaborare in maniera privata il dolore e altre emozioni, e questa non è un’operazione semplice ma risulta faticosa e non sempre sufficiente. Questo perché per noi esseri umani l'interazione con gli altri è fondamentale. Tutto quello che facciamo è fatto con gli altri, insieme agli altri e con gli altri costruiamo significati sociali, specializzando emozioni e sentimenti e cercando il senso di quello che succede nelle nostre vite.

Per fortuna gli esseri umani hanno una straordinaria capacità di adattamento e sono capaci di adeguarsi anche a questa nuova e stressante condizione. La resilienza è un elemento centrale che spiega il nostro comportamento. Siamo delle unità biopsichiche in costante trasformazione e contemporaneamente cerchiamo di stabilire abitudini rassicuranti.

Ultimi post
Spingere la mente oltre i limiti
Spingere la mente oltre i limiti
21 Luglio, 2020
Le microaggressioni giornaliere: una minaccia al proprio benessere
Le microaggressioni giornaliere: una minaccia al proprio benessere
13 Luglio, 2020
La capacità specifica di risolvere problemi: il Problem Solving
La capacità specifica di risolvere problemi: il Problem Solving
03 Luglio, 2020
Darsi degli obiettivi aiuta la ripresa psicofisica dopo la malattia oncologica
Darsi degli obiettivi aiuta la ripresa psicofisica dopo la malattia oncologica
29 Giugno, 2020
In che modo la musica apporta dei benefici alla nostra mente?
In che modo la musica apporta dei benefici alla nostra mente?
22 Giugno, 2020
Chi sono
Sono la Dott.ssa Elisa Marcheselli, mi occupo di salute mentale e benessere psico-fisico. Tratto disturbi clinici come depressione, ansia, attacchi di panico, disturbi alimentari e di personalità. Aiuto le persone a risolvere disagi emotivi e relazionali in ambito personale e professionale. Studio i comportamenti connessi alla dipendenza da internet e i comportamenti antisociali che nascono dall'uso improprio delle tecnologie (cybercrime, cyberbullismo, sexting, pedofilia on line, hatespeech). Lavoro all'interno dei sistemi organizzativi per favorire un clima positivo e produttivo e per potenziare la performance. Studio ed utilizzo la Tecnologia Positiva, per aumentare il benessere individuale e organizzativo. Promuovo l'uso positivo e consapevole delle nuove tecnologie.