Dr.ssa Elisa Marcheselli

Specialista in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione e Psicoterapia

Psicologo - Psicoterapeuta
Arezzo (AR) | Vedi mappa
2 Risposte | 49 Articoli |
follower
Indietro
13 LUG 2020

Le microaggressioni giornaliere: una minaccia al proprio benessere

Le microaggressioni giornaliere: una minaccia al proprio benessere

Durante le giornate le persone spesso subiscono comportamenti aggressivi. Un'aggressione è un comportamento dannoso, generalmente intenzionale, contro un’altra persona per ferirla. Le aggressioni possono essere fisiche e psicologiche.

Esistono delle microaggressioni, piccoli atti ripetuti spesso incontrollati, che finiscono per avere un impatto negativo sulla persona che subisce ma anche su chi la perpetua.

Come si manifestano le microaggressioni?

Gli attacchi possono essere compiuti attraverso una comunicazione inefficace con offese verbali, commenti sprezzanti, recriminazioni, che abbassano la stima della persona generando malessere.

A volte queste persone che non sanno gestire la loro aggressività possono attuare giornalmente comportamenti razzisti, sessisti. A volte invece attuano comportamenti sprezzanti, come evitare certi tipi di persone in base a stereotipi di genere o stereotipi razzisti e classisti.

Come difendersi dalle microaggressioni?

Il comportamento giusto da metter in atto è evitare e rifiutare lo scontro con l’aggressore. È importante non contribuire a rafforzare il comportamento sbagliato. Ma è importante anche non subire passivamente, reagendo con comportamenti educati ma decisi, disarmando l’altro e facendolo sentire in errore.

Arrabbiarsi con quella persona è inutile. Dobbiamo decidere solo se è il momento di impegnare risorse ed energie per educarla e fargli notare questi comportamenti sbagliati. È importante però anche comprendere se ci sono margini per il cambiamento oppure no… in certi casi è bene prendere dei provvedimenti facendosi aiutare dai professionisti e dalle associazioni di riferimento, quando il disagio è percepito vivamente.

Minimizzare il problema non serve; a volte sono proprio i comportamenti sbagliati, ripetuti nel tempo, a generare effetti negativi di grande entità sul benessere delle persone.

Ultimi post
Spingere la mente oltre i limiti
Spingere la mente oltre i limiti
21 Luglio, 2020
La capacità specifica di risolvere problemi: il Problem Solving
La capacità specifica di risolvere problemi: il Problem Solving
03 Luglio, 2020
Darsi degli obiettivi aiuta la ripresa psicofisica dopo la malattia oncologica
Darsi degli obiettivi aiuta la ripresa psicofisica dopo la malattia oncologica
29 Giugno, 2020
In che modo la musica apporta dei benefici alla nostra mente?
In che modo la musica apporta dei benefici alla nostra mente?
22 Giugno, 2020
Cosa provoca la fine di una relazione amorosa?
Cosa provoca la fine di una relazione amorosa?
08 Giugno, 2020
Chi sono
Sono la Dott.ssa Elisa Marcheselli, mi occupo di salute mentale e benessere psico-fisico. Tratto disturbi clinici come depressione, ansia, attacchi di panico, disturbi alimentari e di personalità. Aiuto le persone a risolvere disagi emotivi e relazionali in ambito personale e professionale. Studio i comportamenti connessi alla dipendenza da internet e i comportamenti antisociali che nascono dall'uso improprio delle tecnologie (cybercrime, cyberbullismo, sexting, pedofilia on line, hatespeech). Lavoro all'interno dei sistemi organizzativi per favorire un clima positivo e produttivo e per potenziare la performance. Studio ed utilizzo la Tecnologia Positiva, per aumentare il benessere individuale e organizzativo. Promuovo l'uso positivo e consapevole delle nuove tecnologie.