Dr.ssa Elisa Marcheselli

Specialista in Psicologia

Psicologo
Arezzo (AR) | Vedi mappa
2 Risposte | 70 Articoli |
follower
Indietro
18 FEB 2021

Le truffe romantiche: aspetti psicologici

Le truffe romantiche: aspetti psicologici

Le truffe romantiche o le romantic scam sono un fenomeno in crescita in tutti quei Paesi dove è consolidato l’utilizzo dei social network.

Sono un fenomeno criminale con specifiche caratteristiche direttamente collegate a particolari tratti dello stato psicosociale della vittima e a particolari tecniche di manipolazione mentale attuate dal criminale.

L’ambiente di svolgimento di queste truffe è naturalmente il Web dove le persone possono facilmente falsificare la propria identità, trovare contatti da intercettare, per sfruttare in maniera non etica una comunicazione digitale al fine di ottenere fiducia per raggiungere scopi malevoli. Lo scopo principale di queste truffe è depredare intenzionalmente il patrimonio della vittima.

Quali tecniche psicologiche usa il carnefice?

Il carnefice compie un certosino lavoro basato su una comunicazione empatica, in grado di intercettare i bisogni emotivi della vittima. Il carnefice basa la propria presentazione su un'immagine di fiducia, affidabilità, orientato a instaurare rapporti di amicizia ed emotivamente autentici, il tutto motivato magari da storie strappalacrime per intenerire la malcapitata vittima.

Questa tipologia di truffa fa leva su il bisogno psicologico delle persone di relazionarsi, di instaurare rapporti sociali. La vittima viene calata all’interno di una trama che la porterà ad avere un ruolo di sostegno e aiuto, facendo leva sul suo senso di colpa e su una certa dose di responsabilità del benessere del machiavellico criminale, che oscura abilmente i suoi intenti.

Al contrario di quello che si può pensare, questa truffa si attua in tempi abbastanza brevi, in quanto come sappiamo il mondo del web è in grado di favorire i comportamenti disinibiti delle persone, oltre a promuovere quei processi di idealizzazione dell’interlocutore/trice al di là dello schermo.

L’abilità persuasiva del criminale si basa su uno studio attendo del profilo della vittima. Ricavare più informazioni possibili del o della malcapitata è alla base per creare un ricatto perfetto. Per informazioni si intendono anche i contatti personali del profilo della vittima.

I risvolti psicologici

Questo reato è socialmente sottostimata, ma crea degli effetti drammatici. Le persone sono sempre restie a raccontare di essere state vittime di una tale frode perché si vergognano, hanno paura di essere giudicati e molto spesso non arrivano neppure a denunciare il fatto chiudendosi in un silenzio doloroso e senza via d’uscita.

I danni di questa truffa oltre ad essere finanziari sono per lo più psicologici. Le vittime possono cadere in depressione, attacchi di panico, tentato suicidio: la loro rete sociale connessa agli affetti più cari (figli, genitori, compagno/a) viene utilizzata come ricatto morale. Infatti la frode ha la sua riuscita quando il criminale riesce con l’inganno a raccogliere elementi che possano rendere la vittima vulnerabile.

La vittima scelta, per cadere nel tranello, deve avere delle caratteristiche psicologiche: essere impulsiva con un forte desiderio di trovare un partner, sentirsi sola, aver finito una storia sentimentale in malo modo, vivere un momento di stress… insomma essere fragile su qualche aspetto della propria vita.

Il copione narrativo del criminale fa leva su questi aspetti e l’intento prima del raggiro è quello di far innamorare il o la malcapitata, in modo da estorcere denaro più facilmente. La tecnica persuasiva si basa su alcuni pilastri psicologici come far sentire all’altro la necessità di contraccambiare un favore (tecnica della reciprocità), l’immagine del o della carnefice costruita su degli aspetti di importanza (autorevolezza).

Ultimi post
Il Reality Shifting: il metodo della Generazione Z per evadere dal reale
Il Reality Shifting: il metodo della Generazione Z per evadere dal reale
01 Febbraio, 2021
Il neuromarketing e la custumer experience
Il neuromarketing e la custumer experience
20 Gennaio, 2021
La psicologia che influenza i consumatori online
La psicologia che influenza i consumatori online
04 Gennaio, 2021
La crescita personale
La crescita personale
23 Dicembre, 2020
Media education per conoscere se stessi
Media education per conoscere se stessi
14 Dicembre, 2020
Chi sono
Sono la Dott. ssa Elisa Marcheselli, mi occupo di salute mentale e benessere psico-fisico. Tratto disturbi clinici come depressione, ansia, attacchi di panico, disturbi alimentari e di personalità. Aiuto le persone a risolvere disagi emotivi e relazionali in ambito personale e professionale. Studio i comportamenti connessi alla dipendenza da internet e i comportamenti antisociali che nascono dall'uso improprio delle tecnologie (cybercrime, cyberbullismo, sexting, pedofilia on line, hatespeech). Lavoro all'interno dei sistemi organizzativi per favorire un clima positivo e produttivo e per potenziare la performance. Studio ed utilizzo la Tecnologia Positiva, per aumentare il benessere individuale e organizzativo. Promuovo l'uso positivo e consapevole delle nuove tecnologie.