Dr.ssa Elisa Marcheselli

Specialista in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione e Psicoterapia

Psicologo - Psicoterapeuta
Arezzo (AR) | Vedi mappa
2 Risposte | 41 Articoli |
follower
Indietro
06 MAG 2020

Scuole chiuse: genitori nel doppio ruolo tra regole e didattica

Scuole chiuse: genitori nel doppio ruolo tra regole e didattica

La scuola chiusa a causa della pandemia sta segnando una nuova generazione denominata appunto “generazione coronavirus”. La chiusura della scuola ha vari effetti sui ragazzi con ripercussioni cognitive, educative ed emotive. Particolare attenzione va rivolta alle categorie più deboli.

Sono più di 300 milioni gli studenti in tutto il mondo che hanno dovuto interrompere l’attività scolastica e ad oggi sembra che la riapertura avverrà direttamente a settembre. Per ovviare a questo momento lungo di pausa accademica, molte scuole si sono attrezzate con la didattica a distanza, dando non pochi problemi sia per la gestione delle classi virtuali sia per la gestione familiare, in quanto non tutte le famiglie sono attrezzate con i mezzi adeguati. Inoltre i ragazzi tra gli 8 e 10 anni molto spesso usano impropriamente il mezzo tecnologico, compiendo azioni improprie se non corrette dai genitori.

Gli effetti su bambini e adolescenti

Anche l’organizzazione UNESCO ha affrontato il tema attraverso l’elaborazione di rapporti e stime, analizzando in gran parte degli effetti negativi che riguardano soprattutto i bambini tra i 4 e i 7 anni. La sospensione dell’attività didattica nei bambini più piccoli può creare gravi ripercussioni per l’apprendimento della lettura e scrittura. L’apprendimento per questo deve proseguire a casa e i genitori possono seguire le didattiche dei propri figli ovviando questi rischi di rallentamento.

Un altro degli effetti indagato delle scuole chiuse per la pandemia riguarda i preadolescenti e gli adolescenti i quali vivono un isolamento forzato che viene in qualche modo gestito dalle piattaforme virtuali, diventando punti di incontro e di condivisione. Anche in questo caso la frequenza e il tempo trascorso on line deve essere monitorato altrimenti si incorre nel rischio di un abuso del mezzo tecnologico.

I genitori, quindi, si trovano costretti a supervisionare i compiti e a verificare che i figli seguano le didattiche e che usino in maniera matura i mezzi tecnologici. Tutto questo può generare scontri e tensioni tra genitori e figli a causa dell’imposizione di alcune regole di gestione della vita quotidiana. Il divario digitale tra genitori e figli è un’altra realtà che genera incomprensioni e può far scaturire bisogni e necessità diverse da parte dei figli.

Quindi quella socializzazione fatta da routine delle lezioni, i compagni di scuola, la quotidianità a volte complicata - e difficile e a volte piacevole ed eccitante - contribuisce allo sviluppo sociale ed emotivo del bambino.

Ultimi post
I benefici psicologici di vivere con un cane
I benefici psicologici di vivere con un cane
03 Giugno, 2020
I pericoli dei videogames online
I pericoli dei videogames online
25 Maggio, 2020
Aumento dei casi di cyberbullismo durante il lockdown
Aumento dei casi di cyberbullismo durante il lockdown
18 Maggio, 2020
Digitalizzazione della psicoterapia: emozioni e legame tra paziente e terapeuta
Digitalizzazione della psicoterapia: emozioni e legame tra paziente e terapeuta
11 Maggio, 2020
I lati positivi della quarantena
I lati positivi della quarantena
14 Aprile, 2020
Chi sono
Sono la Dott.ssa Elisa Marcheselli, mi occupo di salute mentale e benessere psico-fisico. Tratto disturbi clinici come depressione, ansia, attacchi di panico, disturbi alimentari e di personalità. Aiuto le persone a risolvere disagi emotivi e relazionali in ambito personale e professionale. Studio i comportamenti connessi alla dipendenza da internet e i comportamenti antisociali che nascono dall'uso improprio delle tecnologie (cybercrime, cyberbullismo, sexting, pedofilia on line, hatespeech). Lavoro all'interno dei sistemi organizzativi per favorire un clima positivo e produttivo e per potenziare la performance. Studio ed utilizzo la Tecnologia Positiva, per aumentare il benessere individuale e organizzativo. Promuovo l'uso positivo e consapevole delle nuove tecnologie.