Roma, 3 apr. (AdnKronos Salute) - Incassa il plauso dei pazienti il prossimo arrivo nelle farmacie di una nuova linea di alimenti a fini medici speciali (Afsm) messi a punto dagli esperti di Gemelli Health System, studiati su misura per persone con malattie rare o insolite come la sindrome di Praeder-Willi o le malattie infiammatorie croniche intestinali (Mici). Prodotti che vengono sviluppati seguendo le indicazioni dei medici e dei nutrizionisti, con l'obiettivo di colmare un vuoto e offrire ai pazienti il mix di micro e macronutrienti più adatto.
"Accogliamo positivamente tutto quello che può supportare i pazienti e apprezziamo lo sforzo del Gemelli", dice all'AdnKronos Salute Salvo Leone, direttore di Amici onlus, associazione che riunisce familiari e pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali (www.amiciitalia.net).
"Vorremmo però capire se questi prodotti saranno a carico del Servizio sanitario nazionale - aggiunge - Non esiste una legislazione che disciplini gli alimenti a fini medici speciali - spiega Leone - Auspichiamo dunque la rimborsabilità o la deducibilità del costo di questi prodotti, sostenuto dai pazienti". Insomma, se si tratta di alimenti terapeutici, dovrebbero essere trattati come farmaci.