Roma, 31 ott. (AdnKronos Salute) - "In Italia molte politiche pubbliche vengono messe in atto senza fare prima una valutazione degli effetti. Anzi, questa non viene fatta neppure ex post. Un esempio di questi giorni è la lista delle 11 mansioni 'usuranti'. Ma su quali basi scientifiche si basa questo elenco?". A porre l'interrogativo il presidente dell'Inps Tito Boeri, aprendo i lavori del convegno 'VisitInps', in corso a Roma. Boeri ha messo a disposizione la banca dati dell'Istituto che offre tutte le informazioni necessarie su carriere, genere, mortalità. Anzi, ha aggiunto, "combinando la nostra banca dati con quelle del ministero del Lavoro e dell'Inail, potremmo non solo identificare queste mansioni, ma anche eventuali correzioni al sistema di adeguamento automatico" dell'età pensionistica.
Boeri ha poi ipotizzato anche che "i datori di lavoro dovrebbero pagare contributi più alti per queste mansioni" usuranti.