Search
I medici più attivi
Ultimi articoli
31-10-2013

e chetoacidosi

Buona sera, Il mio ragazzo di 23 anni ha il diabete mellito di tipo 1, ha il microinfusore,Sabato notte è stato ricoverato per una acidosi metabolica ed ipokaliemia, rigettava ogni 2 ore, aveva un valore glicemico pari a 600 e febbre che oscillava dai 38,0 ai 36,7 gradi. dalla prima emo gas che ha fatto risultava un valore del ph pari a 7 e 11.Gli hanno somministrato insulina e soluzione salina, la mattina gli hanno somministrato bicarbonati in flebo, e soluzione fisiologica, ma non si è sentito molto meglio,la notte gli è risalita la glicemia e ha dato ancora di stomaco.La 2 mattina gli hanno fatto spegnere il microinfusore, gli hanno dato del potassio in flebo sempre insieme all'insulina ed alla soluzione salina, è stato molto meglio, la notte però si sono scordati di dargli la copertura con l'insulina, quindi ovviamente la glicemia è salita, si è sentito male ed ha ridato di stomaco. Il terzo giorno gli hanno dato un'antibiotico per la febbre che ancora oscillava, soluzione fisiologica e insulina, il 4 giorno gli hanno provato a togliere la soluzione salina ma non è stato affatto buono, la notte si è sentito ancora peggio, in tutti quei giorni non aveva mai mangiato nulla, solo bevuto acqua perchè aveva sempre molta sete.il 5 giorni gli hanno rimesso la soluzione fisiologica insieme ad una flebo di glucosio e gli hanno somministrato l'insulina loro però non ci sono stati molti miglioramenti, oggi gli hanno fatto una ecografia allo stomaco e hanno notato che una porzione di stomaco e come atrofizzata, hanno supposto sia questo ciò che impedisce alla chetoacidosi di passare del tutto, dicono che lo stomaco non riesce a svuotarsi del tutto da tutti questi acidi e quindi gli hanno messo un sondino naso gastrico per svuotarglielo, io sono molto preoccupata, dicono che il problema che ha avuto allo stomaco sia dovuto alla glicemia alta ed alla chetoacidosi, non so che fare, da quello che ho letto in giro mi è sembrato di capire che il piano terapeutico che gli hanno fatto sia sbagliato, per via dei bicarbonati che non andrebbero mai somministrati.Chiedo consiglio a voi, mi sembra interminabile tutta questa storia.Vi ringrazio anticipatamente.Beatrice
Risposta

Gentile Beatrice,

In genere non è necessario nella chetoacidosi l'uso di bicarbonati, perchè basterebbe oltre alla GIK (glucosio Potassio e Insulina) la terapia reidratante con fisiologica, ma a volte i bicarbonati possono essere usati.

Cordiali saluti

Dott. Corso Concetto

Diabetologo

TAG: Diabete | Endocrinologia e malattie del ricambio
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!