buon giorno Eg. Dottori, avendo trovato questo sito e le ottime risposte prestate, desidero sottoporvi la mia situazione.Circa 1 mese addietro, ho iniziato ad accusare dolori alla lingua constatando che era gonfia e completamente bianca. mi sono rivolto al medico, il quale ha consigliato di attendere per verificare se il problema si fosse risolto... Leggi di più autonomamente. Visto che il problema persisteva, pensando ad un problema gastrointestinale o altro ad esso collegato, mi è stata prescritta una cura a base di colostro e magnesia. Presa coscienza che la cura non portava risultati e che non si trattava di funghi e mughetti ( visto che il Mycostatin non dava risultati ) finalmente mi è stato prescritto un tampone faringeo e linguale, il quale, purtroppo , ha riscontrato la presenza del battere KLEBSIELLA PNEUMONIAE sulla lingua, e l'antibiogramma ha fornito indicazioni su quale tipo di antibiotico il battere fosse più sensibile. Da 5 giorni ho iniziato la cura con CIPROFLOXACINA che dovrò proseguire per 10 giorni dalla data di assunzione. Pensavo che iniziando la cura il problema della lingua dolorante e bianca iniziasse a regredire dopo un paio di giorni, ma purtroppo la lingua continua ad essere bianca e i dolori (come se vi fossero migliaia di spilli conficcati per darvi una idea ) continuano a persistere. Anche se ho riscontrato che le informazioni su tale battere lo indicano come letale quando si contrae fuori dal suo habitat naturale, tutti gli esami del sangue che mi hanno prescritto sono risultati negativi da infezioni o complicazioni ( sono nella norma e identici a quelli eseguiti un anno addietro ) Visto che i primi sintomi li avevo accusati un mese addietro, ho pensato opportuno far eseguire un tampone faringeo e linguale anche a mia moglie, il quale, purtroppo, è risultato positivo allo stesso battere. Non so darmi spiegazioni di come possa essere avvenuto il contagio, e soprattutto come possa essersi annidato sulla lingua, non ho avuto ricoveri ospedalieri e non ho avuto rapporti o contatti ( con scambio di liquidi intendo ) con altre persone. Potreste cortesemente darmi un vs. parere medico su questa angosciosa situazione che mi è capitata e cosa consigliate di adottare per risolvere il problema della lingua bianca e dolorante. Premetto che al momento, fortunatamente, non mi sono state riscontrate infezioni alle vie respiratorie, fatto salvo una leggera costipazione probabilmente causata dal repentino cambio meteorologico di queste settimane. Ringraziandovi anticipatamente per la cortese risposta, porgo distinti saluti.