24-01-2017

Relaxatio emidiaframma sinistro e dislocazione visceri

Buongiorno, ho 58 anni, peso Kg 85 e sono alto cm 165; ho da poco fatto una TAC con MDC in merito alla patologia in oggetto, insorta in seguito ad un'infezione recidivante da klebsiella pneumoniae multiresistente; questo è il referto: "Ampia relaxatio dell'emidiaframma sinistro che in prossimità della cupola appare risalito rispetto all'emidiaframma destro tra un minimo di 62mm ed un massimo di 84mm. Il punto di massimo risalita del diaframma sinistro vs destro è nella parte posteriore del torace ed è stimato 113mm. Appaiono completamente erniati la milza, il fondo gastrico e la flessura splenica del colon, con risalita anche di un'abbondante quantità del corrispondente tessuto lasso periviscerale; parzialmente erniata la coda del pancreas. Retratti verso l'alto ma non erniati rene e surrene sinistro. La cupola diaframmatica sinistra è apprezzabile a livello del tratto distale del bronco intermedio sinistro e si trova al livello della limitante superiore di D7. La cupola diaframmatica è apprezzabile fino al livello della limitante inferiore di D9. Il polmone sinistro presenta la già nota, pressoché completa atelettasia compressiva dei segmenti basali del lobo inferiore, con normale ventilazione ed espansione solo del S6 e del lobo superiore.
I sintomi che mi affliggono sono: sindrome disventilatoria, MRGE, ecc. Vorrei gentilmente conoscere il parere di uno Specialista di Branca. Grazie

Risposta di:
Dr. Paolo Pantanella
Specialista in Gastroenterologia e Pediatria
Risposta

Le consiglio di rivolgersi ad un chirurgo che effettuerà un intervento di plicatura del diaframma. Non ci sono cure mediche. Cordiali saluti

TAG: Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!