È una sostanza generata dal cervello (ghiandola pituitaria), simile alla morfina e quindi in grado di diminuire la sensibilità al dolore ma anche di modificare alcuni aspetti comportamentali.