Buongiorno, all'età di 14 anni mi è stata diagnosticata l'anetodermia in seguito ad una biopsia fatta sulla schiena dove risultava una zona in cui il dito sprofondava, tale macchia mi comparve all'età di circa 5 anni ( prima della chiazza di anetodermia, a detta di mia madre, comparve come un brufolo che poi lasciò spazio a questa macchia ). Nel corso di questi anni sulla schiena mi è comparsa un'altra chiazza meno visibile e dei buchi sulla fronte. Diversi anni fa presi il Idrossiclorochina e un integratore alimentare a base di Capsico per diverso tempo. Esiste il rischio che tale patologia peggiori nel tempo e quindi che compaiano altre macchie? In tal caso, esistono terapie mediche o chirurgiche per rimuovere queste chiazze? Ps. questo il risultato della biopsia cutanea: NEL FRAMMENTO CUTANEO SI EVIDENZIA AREA CENTRALE DERMICA IN CUI LE FIBRE ELASTICHE (VERHOEFF VAN GIESON +) RISULTANO SOTTILI E FRAMMENTATE E LE FIBRE DI COLLAGENE, ANCH'ESSE DI SPESSORE RIDOTTO RISPETTO A QUELLE DELLE AREE CIRCOSTANTI, RISULTANO + DISTANZIATE TRA LORO.