27-05-2008

Buongiorno, il mio dolore incomincia 2 anni e

Buongiorno, Il mio dolore incomincia 2 anni e mezzo fa in un periodo di intenso stress psico fisico e si cronicizza nel giro di un anno tra scapola destra e colonna. In situazioni di stress o ansia il dolore si estende a tutta la muscolatura toracico dorsale destra, in punti trigger precisi (di muscoli trapezio, sternomastoideo, scaleni, dorsale), ma anche lombare dello stesso lato (anche se il dolore in questa sede e' piu soppostabile). Eseguo una serie di esami (rx, rmn, emg) all'apparato muscoloscheletrico che non evidenziano altro che una lieve scoliosi. Provo alcune terapie (agopuntura, fisioterapia, massaggi, training autogeno) le quali mi procurano tutte un beneficio solo temporaneo. Durante queste terapie, soprattutto gli es. di rilassamento, mi accorgo come il dolore da contrattura sia associato alla respirazione (quelli che mi fanno male sono muscoli accessori respiratori). Incomincio ad effettuare esercisi che mettono in mobilita il diaframma ostacolando la respirazione toracica e questo mi da beneficio indubbio ma solo passeggiero. Durante il training autogeno, stando sdraiato sul dorso e rilassandomi, noto che mentre il dolore muscolare diminuisce, si accentua una sensazione di formicolio/stiramento/fastidio appena sotto le costole destre, che in molti casi si estende lungo l'addome destro fino al sopra/interno-coscia fino al ginocchio (destro). Soprattutto da straiato, coricandomi la sera e al risveglio, questi sintomi (che non sono piu quelli di una semplice contrattura) si fanno evidenti e cronici. Noto che l'addome e' duro e gonfio e che il dolore/fastidio interessa tutto il fianco destro e anche il basso ventre destro. Mmi accorgo che stirando l'addome eseguendo lo stiramento del muscolo psoas o una rotazione del tronco da supino (cioe`stirando e aprendo l'addome destro) sto meglio, mentre sento dei gorgoglii provenienti dall'addome. Col mio fisioterapista ipotizziamo che il dolore abbia origine viscerale ed eseguo degli esami del sangue che evidenziano una sofferenza a livello epatico con valori di bilirubina totale e stratificata rispettivamente di 2.47 e 0.57. Tra poco esguiro una eco addome completo, nel frattempo sono molto proccupato e vorrei sapere se e' effettivamente possibile che un malfunzionamento a livello del fegato possa aver generato tutto questo anche se i sintomi all'addome e fianco destro sono un fenomeno relativamente recente (1 annetto) rispetto al mal di schiena in sede scapolare. (In tal caso oserei dire meglio tardi che mai ho scoperto la causa del mio dolore!). Viceversa e' possibile che la contrattura alla schiena (la cui causa rimane ignota) abbia generato una patologia a livello viscerale? Grazie infinite a chi vorra rispondermi
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Non riteniamo possibile che un malfunzionamento del fegato possa aver generato se i sintomi all'addome e al fianco destro che lei riporta. Né è possibile che la contrattura alla schiena (a causa ignota) abbia potuto generare una patologia a livello viscerale.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna