Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-07-2018

Colecistosi

Buonasera,

vi scrivo per un parere,ho 45 anni e ha circa 20 giorni accuso problemi intestinali,scariche di diarrea ora scomparse,movimenti intestinali accompagnati da molto gas. Non risolvendo la cosa sono andato dal medico che mi ha fatto fare un ecografia. L'esito riporta quanto segue. L'esame delle anse intestinali evidenzia un discreto spasmo del discendente le cui pareti sono leggermente ispessite con stratificazione conservata. (Possibile flogosi aspecifica).

Il tratto di ansa è vuoto di feci. Non segni di diverticolite. Discreto meteorismo a livello del traverso e dell'ascendente. Non segni di ispessimenti parietali delle anse ileali. Non evidenti target o linfoadenomagalie mesenteriali. Non tragitti fistolosi.

Come reperto complementare si segnala una epatomegalia steatosica di media entità e una discreta colecistosicon eco forte parietale(4,3mm) immobile nei cambiamenti di decubito di incerta interpretazione. ( adenomioma calcifico? Calcolo a bassa densità?) Piccola cisti semplice (10mm) tra faccia inferiore della milza e rene sinistro di pertinenza non determinabile (renale? della coda pancreatica?) da controllare periodicamente. Inoltre ho fatto gli esami del sangue che sono perfetti. Mi chiedevo se i disturbi intestinali possono essere causati dalla colecistosi o se devo ricercare le cause altrove. Visto i risultati dell'ecografia come mi consigliate di procedere?

Resto in attesa di una vostra gentile risposta. Grazie

Risposta di:
Dr. MARIO GUSLANDI
Specialista in Gastroenterologia
Risposta

L'ecografia va ripetuta tra2-3 mesi per rivalutare meglio lo stato della colecisti, che comunque difficilmente é responsabile dei suoi disturbi intestinali che sono invece probabilmente di natura funzionale e richiedono un trattamento farmacologico ad hoc.

TAG: Adulti | Apparato Digerente | Disturbi gastrointestinali | Esami | Gastroenterologia | Infiammazioni | Radiodiagnostica | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!