Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-01-2013

intervento o no

Salve,sono un ragazzo di 40 anni a cui e’ stata diagnosticata una colecisti dismorfica con parete ispessite e microlitiasi.Finora non ho avuto coliche ma ho saltuari disturbi, tipo brevissime fitte interne (raramente) o tensioni brevi (piu' frequenti) nella zona mediana dell'addome destro, che spesso si susseguono per l'intera giornata, e poi spariscono completamente per qualche settimana o anche mesi. La colecisti non risulta dolorante alla palpazione dei medici.Riguardo la colecisti l’ultimo referto ecografico recita: Colecisti di volume normale a pareti regolari a carico dell’infundibolo e del corpo prossimale; le pareti di corpo distale e fondo appaiono irregolarmente ispessite (mediamente 8 mm) con artefatti a cometa nel contesto, come da colecistosi iperplastica; nel lume si apprezza minuto calcolo di 3 mm circa. Tutto il resto è nella norma. Gli esami del sangue vanno bene a parte qualche valore ai limiti superiori, come il colesterolo totale e la bilirubina diretta (0.28 ).Nelle feci sono presenti parecchi acidi grassi e gli esami delle urine indicano l'urobilina al limite superiore.Attualmente sono in cura da due anni con il deursil e il mio medico di famiglia mi dice di continuare con la cura e che non è il caso di farmi operare. I chirurghi e lo stesso medico internista che mi hanno visitato mi hanno consigliato di operarmi in quanto oltre il calcolo c'e' anche l’evidenza della colecistosi iperplastica che a lungo andare potrebbe degenerare in qualcosa di più serio e di difficile diagnosi.Diciamo che sono a dir poco confuso perché da un lato ho paura delle conseguenze a lungo e breve termine che l’asportazione della colecisti comporta, dall’altro non voglio rischiare pancreatiti, perforazioni della colecisti, cancro della colecisti ecc. ecc. Cosa mi consigliate di fare?Vi ringrazio cordialmente per la risposta.Saluti
Risposta di:
Dr. Boris Franzato
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente e Chirurgia generale
Risposta

 E' difficile poterle rispondere senza un colloquio diretto e senza una attenta valutazione degli esami che ha eseguito fin qui.

La sua giovane età e la presenza di un calcolo di piccole dimensioni la pongono in una categoria a rischio qualora dovesse avere coliche. Infatti la cistifellea qunto più piccolo è il calcolo tanto più è probabile che riesca a "spremere" fuori il calcolo nella via biliare con possibili conseguenze negative.

La probabilità che si possa sviluppare un cancro della colecisti sono in effetti molto basse ma la sua lunga spettanza di vita può rappresentare un piccolissimo rischio che si possa sviluppare.

Infine, se dopo due anni di Deursil non ha visto risultati direi che continuare non avrebbe molto senso.

Che fare? Si rivolga a un chiurgo di sua fiducia, si faccia spiegare molto bene quali sono i rischi, seppur minimi, di un intervento chirurgico di colecistectomia, ponga su un piatto della bilancia i possibili rischi e sull'altro i possibili benefici e decida con serenità e calma

Spero di esserle stato utile

TAG: Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!