Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

15-02-2013

dumping syndrom

Il mio ragazzo (anni 39) nel marzo del 2012 ha subito una gastrectomia totale a causa della presenza di un principio di tumore. L'operazione è andata a buon fine, la ripresa è stata abbastanza veloce, gli esiti dei controlli semestrali sono tutti ottimi, ma purtroppo spesso durante la notte si presentano forte tachicardia, sudorazione a freddo, annebbiamento dei pensieri, debolezza. è come se ci fosse un blackout dentro di lui! C'è da dire che dall'operazione il peso è sceso di 12 kg (da 74 a 61-62), ha avuto episodi di forti dolori addominali (con ricovero in ospedale), e il suo medico curante l'ha sottoposto a controlli specifici per il pancreas, ma con esito negativo. Potrebbe darmi qualche consiglio? La ringrazio.
Risposta di:
Dr. Maria Luisa Bramati
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente
Risposta

Dopo l'asportazione di un tratto dell'apparato digerente , ne parli anche con il suo medico, il bolo alimentare si riversa dall'esofago all'intestino senza più la mediazione dello stomaco. Questo crea la cosiddetta dumping syndrom per cui per digerire il paziente deve stare sempre coricato.

Comunque farei una endoscpua di controllo per vedere se invece di quanto citato prima, esiste proprio una stenosi del tratto operato che occlude il transito alimentare.

TAG: Chirurgia dell'apparato digerente
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!