Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18-02-2013

idrosalpinge

Salve, in merito ad una eventuale gravidanza con possibili complicazioni derivanti da idrosalpinge e da Morbo di Crohn, mi piacerebbe se possibile, avere alcune informazioni specificando quanto segue:Nata nel 1977 e nel 1999 all’età di 22 anni è stato riscontrato il morbo di Crohn a localizzazione ileale con esiti di fistolizzazione rettosigmoidea; Nel giugno 2011 e nel febbraio 2013 sono stati eseguiti accertamenti per rivalutazione clinico strumentale della malattia mediante risonanza magnetica, gastroscopia, colonscopia, clisma opaco per entrambe con esito di remissione della malattia dai quali non si rilevano cambiamenti tra i due controlli.Si può sintetizzare che dal 1999, anno di inizio della malattia, ad oggi si sono avuti due soli casi degni di nota nel 2005 e nel 2008 in cui si è acutizzata la malattia e da allora attualmente il morbo di Crohn, pur essendo evidente, si trova in stato di remissione della malattia pur senza assunzione di alcuna terapia medica specifica.Mediante RX Isterosalpingografia del 08/08/2011 è stato rilevato che …”entrambe le tube sono pervie con m.d.c., il quale però, raggiunge la cavità peritoneale attraverso l’ostio addominale solamente a sinistra, in quanto l’estremità distale della tuba destra si dilata con pareti regolari ma non permette il passaggio del m.d.c. immagine verosimile di idrosalpinge”, a conferma dalla risonanza magnetica del 14/06/2011 in cui conclude …”l’annesso dx appare invece pressoché completamente circondato da anse patologiche e si rileva un’immagine compatibile con un’idrosalpinge”.Eventuale intervento invasivo sulla tuba per risoluzione dell’idrosalpinge è da ritenersi complesso in quanto renderebbe indispensabile coinvolgere l’intestino che circonda completamente la tuba destra.L’idrosalpinge riscontrata sconsiglia la programmazione di una gravidanza?Esiste la possibilità della risoluzione dell’idrosalpinge senza intervento invasivo e quindi senza dover coinvolgere l’intestino?Considerata la complessità della situazione e dato che attualmente non c’è un ginecologo di fiducia ritiene sia necessario un centro in cui entrambe le specializzazioni siano affrontate contestualmente? ed in tal caso ove potermi rivolgere.Ringraziandovi anticipatamente per la cortesia e disponibilità si porgono distinti saluti.
Risposta di:
Prof. Antonio Oliviero
Specialista in Chirurgia generale e Ginecologia e ostetricia
Risposta

certo la idrosalpinge da sola non è causa di sterilità, se una tuba è pervia e funzionante il consiglio è quello di perseguire prima una gravidanza

altrimenti è necessario un intervento che può essere fatto in laparoscopia

non so dove lei vive e pertanto non so consiglira un centro

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!