05-08-2016

Periodo finestra test NAT HIV-HCV

Buongiorno dottore, premetto di essere affetto da disturbo ossessivo compulsivo da contaminazione (in particolare HIV ed epatite). Per placare le ansie che affliggono la mia vita ho deciso di sottopormi ad un test NAT a 30 giorni da una presunta situazione a rischio. L'esito è da considerarsi definitivo oppure è da ripetere a distanza di tempo?
Ho letto da qualche parte che il test NAT riduce il periodo finestra a 12 gg. per l'HIV e a 11 gg. per l'HCV. Secondo Lei posso stare tranquillo? La ringrazio in anticipo per l'attenzione e, in attesa di cortese risposta, porgo i miei migliori saluti.
Risposta di:
Dr. Pietro Di GregorioDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Malattie infettive
Risposta
I test NAT sono attendibili. In ogni caso  "repetita juvant"
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Infezioni | Malattie infettive | Virus
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!