Buongiorno, scrivo per conto di mia moglie. Ha sempre avuto un ciclo abbondante della durata di 7 giorni pieni, ciclo che non si era ridotto anche durante l'assunzione della pillola xxx per diversi anni. Mia moglie ha sospeso l'assunzione della pillola xxx 3 mesi fa e, in data 26 maggio, abbiamo avuto un rapporto non protetto (proprio perche` stavamo cercando una gravidanza, benche` non fossero i giorni fertili del suo ciclo). Tuttavia ha poi purtroppo dovuto sostenere una cura per una carie ed estrazione dentale, fatto che l'ha portata a sostenere i seguenti trattamenti: 1) radiografia panoramica dentale (ovviamente con ``giubbino" di protezione) 2) 3 anestesie locali 3) assunzione di amoxicillina per 7 giorni, 3 volte al giorno, con 500mg a dose 4) assunzione saltuaria di ibuprofene (3 dosi in tutto da 500mg) Mia moglie aveva fatto alcune settimane fa un test di gravidanza, risultato negativo, tuttavia non lo aveva fatto alla mattina ma durante il giorno. Ora pero` ci sta venendo il sospetto possa essere in gravidanza, visto che negli ultimi due cicli mestruali (il primo dei quali presentatosi il 31 di maggio, ossia cinque giorni dopo il rapporto non protetto) presenta un flusso molto scarso (di soli 3 giorni e non abbondante) e sospettiamo quindi si possa trattare di false mestruazioni. Le domande che poniamo sono dunque queste 1) Il test di gravidanza non effettuato di primo mattino e` comunque attendibile? 2) a cosi` grande distanza (oltre un mese) dal presunto concepimento, possiamo effettuare un nuovo test di gravidanza domestico (questa volta effettuato al mattino)? 3) nell'ipotesi sia in gravidanza, i trattamenti effettuati sarebbero comunque sicuri e non richiederebbero un' interruzione di gravidanza? Grazie