12-09-2016

Pratiche sessuali estreme in gravidanza

Salve. Sono al 4 mese di gravidanza. Il mio compagno ed io attuiamo pratiche sessuali talvolta estreme. Se per sbaglio avessi ingerito una piccola quantità di feci, posso aver causato danni al bambino? Quali effetti collaterali potrei avvertire ed eventualmente quali esami fare per scongiurare qualsiasi problema? Grazie
Risposta
Gentile signora,
se le feci non appartenevano a lei (nel qual caso il problema non si pone) potrebbe aver contratto una delle numerosi infezioni batteriche o virali da contaminazione oro fecale e pertanto andrebbero svolti accertamenti ematochimici in tale senso. Data l'ampio ventaglio di ipotesi e l'evenienza che anche in assenza di sintomi evidenti vi possano essere movimenti anticorpali spesso in tempi diversi, penso sia opportuno affrontare l'argomento con il suo medico curante che potrà guidarla nel timing degli eventuali accertamenti che riterrà opportuni.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
TAG: Ginecologia e ostetricia | Gravidanza | Infezioni | Salute femminile | Sessualità
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!