04-08-2006

Rischio di restenosi

Ho 50 anni due mesi fa sono stato sottoposto ad angioplastica con impianto di due stent medicati su IVA in seguito a due episodi di angina da sforzo. Seguo la terapia con ascriptin, tenormin, plavix. Ho appena fatto la visita di controllo dove sono stato sottoposto ad un elettrocardiogrammae e dovrò sottopormi ad un test da sforzo fra circa un mese. Vorrei sapere a quali esami ulteriori dovrei sottopormi per sapere se corro il rischio di restenosi? Per quanto riguarda l'attività sportiva io praticavo a livello amatoriale un pò di body building (in casa e molto soft) ed escusioni in bicicletta soprattutto d'estate sulle apuane (sempre a livello amatoriale): potrò riprendere queste attività? Grazie Giorgio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il rischio di restenosi viene limitato oltre che dal trattamento terapeutico che lei sta effettuando anche dal controllo dei fattori di rischio coronarici (fumo, ipertensione, iperlipiemia ecc.) Il test da sforzo periodico è un buon indicatore per verificare l’eventuale evoluzione della malattia e per dare indicazioni al tipo di attività fisica da poter eseguire. In linea di massima è possibile ed indicato effettuare attività sportive di tipo aerobico (andare in bicicletta), lo è meno la pratica di attività anaerobiche (sollevamento pesi e quindi body building).
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!