Salve, Le scrivo per un dubbio urgente, prima di fare qualunque test. Ho 21 anni. A fine Agosto , dal 27 al 30, ho avuto dei rapporti sessuali con il mio partner protetti con preservativo, potenzialmente non a rischio. Il 7 Settembre mi è arrivato il ciclo, durato i soliti 4 giorni, dolori soliti, ma con flusso meno abbondante del solito. La settimana dopo circa ho iniziato ad avvertire bruciore e difficoltà a urinare, stitichezza, e leggeri crampi, e sto prendendo degli anti infiammatori per la cistite. Ero tranquilla fino a quando non ho letto su Internet voci che parlavano di u falso ciclo, di perdite da impianto. Da lí sono andata completamente in panico, e da quel giorno ho attacchi di panico quasi ogni giorno, non mangio e non dormo per il terrore di essere incinta. Ho anche notato che a pulirmi sento una sensazione di scivoloso come durante ovulazione, e in effetti il ciclo dovrebbe arrivarmi a inizio ottobre. È irregolare e dura dai 23 ai 28 giorni con media di 25. Non ho al momento nausea ne? gonfiore al seno, solo costante sensazione di panico e tremore per la paura. Non ho fatto ancora nessun test proprio perch? il pensiero della gravidanza mi terrorizza al punto che non riesco piu? ad uscire di casa e ad alzarmi dal letto. Studio e non posso parlare di questo problema in famiglia. Il mio partner mi assicura che tutto ? andato per il meglio. Lo so bene che dovrei recarmi a fare un test, ma secondo lei questi sintomi possono indicare quasi certamente una gravidanza? E in caso di test positivo come faccio a interrompere la quale senza farlo sapere a nessuno? Grazie, distinti saluti.