12-01-2018

Torpore alla gamba

Gentili medici, ho 35 anni, alto 180 e peso 70 chili, e da circa 3 mesi ho un problema che non riesco a risolvere. Dallo scorso agosto accuso pesantezza e torpore alla gamba destra, è un fastidio che mi accompagna tutti i giorni, ma non continuo. Momenti in cui è fastidiosissimo, altri meno, in altri scompare proprio. Ad esempio è totalmente assente quando faccio sport (piscina e corsa), quando cammino, oppure si calma molto facendo stretching. Gli altri casi in cui il fastidio scompare sono quando dormo disteso con le gambe alzate, oppure quando assumo antinfiammatori. Ma se per un giorno non faccio nulla di tutto questo, si ripresenta di nuovo. Non è un problema di mancanza di forza alla gamba, nel senso che se devo dare un calcio a un pallone la forza è uguale a prima. E' un senso di pesantezza e torpore quando sto fermo in piedi, o seduto, quindi non in movimento. A fine agosto mi sono recato da un ortopedico, che mi ha prescritto risonanza lombare, dorsale e cervicale. Da premettere che NON ho dolori alla schiena. L'esito ha escluso protusioni, solo discopatie varie, per cui l'ortopedico mi ha prescritto terapia Tens, che tuttavia ha sortito solo poco sollievo.

A fine settembre mi sono recato da un neurochirurgo, amico di famiglia, che mi ha consigliato elettromiografia ai 4 arti e PESS (potenziali Evocati somato sensoriali). I PESS hanno riportato tutto nella norma, e l'elettromiografia ha escluso lesioni (non denervazioni), evienziando un leggero aumento dei potenziali polifasici (?). Nella mia vita ho sempre fatto sport, palestra, corsa e piscina, ma allo stesso tempo faccio un lavoro d'ufficio che mi fa stare seduto al PC anche 12 ore al giorno. Da 3 mesi sto lavorando la metà e anche meno, ma il fastidio non va via. Vorrei poter sapere a chi mi devo rivolgere, se a un altro ortopedico, un fisiatra, provare con l'osteopatia, un neurologo, etc. Oppure ancora se può essere dovuto a un fatto vascolare, circolatorio, venoso. Grazie a chi mi vorrà aiutare, vorrei tanto riprendermi la mia vita senza questo problema fastidiosissimo.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

Il problema allo stato attuale parrebbe essere legato alla conduzione nervosa (aumento potenziali polifasici).

Lo specialista da consultare è un neurologo.

TAG: Chirurgia | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Neurologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!