Tonsillectomia

Le tonsille sono due masse ghiandolari di tessuto simile a quello dei linfonodi, e sono situate sui due lati della faringe. Il compito delle tonsille è quello di impedire a virus e batteri di introdursi nel corpo attraverso la faringe. A volte, però, le tonsille stesse si infettano. Quando questo accade, compare la febbre e possono svilupparsi ulcere alla faringe. Le tonsille diventano rosse e gonfie, e spesso si ricoprono di puntini bianchi. Frequenti episodi di tonsilliti possono richiedere una tonsillectomia, cioè l'asportazione chirurgica delle tonsille. Ci sono molti metodi per asportare le tonsille. Tuttavia, quello più spesso usato è la cauterizzazione elettrica, in cui il chirurgo usa uno strumento chirurgico a energia elettrica per rimuoverle. Questo metodo causa sanguinamenti molto leggeri. Può essere usata anche una tecnica che prevede l'uso di un filo di metallo affilato con il quale il chirurgo incappuccia e taglia le tonsille. Un intervento di tonsillectomia non compromette la capacità di tenere lontane le infezioni. Il numero d'infezioni alla faringe può essere ridotto, ma non eliminato del tutto. è importante discutere con il chirurgo di tutti i rischi e delle potenziali complicanze prima di ricorrere a questo intervento.