Roma, 16 set. (Adnkronos Salute) - Nessun ricovero, al momento, agli ospedali Riuniti di Ancona per il vasto incendio che si è sviluppato nell'area portuale della città. L'azienda ospedaliera, in una nota della direzione medica ospedaliera, assicura comunque che "per quanto riguarda l’aspetto clinico-assistenziale, è in grado di far fronte ad un eventuale massiccio afflusso di pazienti con l’attivazione dei Peimaf (Piano emergenza interna massiccio afflusso feriti) per i due presidi ospedalieri", Torrette e Salesi.
"I fumi della combustione - spiega la direzione medica - non hanno interessato e non interessano attualmente il presidio di Torrette, visto il vento direzione Nord Ovest verso Sud Ovest. Il presidio ospedaliero Salesi è stato invece interessato marginalmente dai fumi, come peraltro il centro di Ancona. In ogni caso è stata data indicazione a tutto il personale della sede Salesi di mantenere porte e finestre chiuse. Inoltre, a titolo del tutto precauzionale, è stato spento l’impianto di condizionamento del laboratorio di Citogenetica", conclude la nota, assicurando che "il personale dell’Ufficio tecnico ha provveduto ad effettuare sopralluoghi per verificare l’applicazione di quanto sopra disposto".