20-12-2005

A mio padre è stato praticato un cateterismo

A mio padre è stato praticato un CATETERISMO CARDIACO e hanno diagnosticato nella coronarografia selettiva sinistra TC e CX di buon calibro, esente da lesioni. IVA di buon calibro, e lungo decorso, presenta lunga Stenosi calcifica del 75% nel trato medio. IL primo ramo diagonale di buon calibro, presenta Stenosi del 60-70% nel tratto prossimale. Coronografia selettiva destra dominante, di buon calibro, presenta lieve e diffusa Ateromasia. Arteriografia selettiva dei TSA arterie carotidi comuni ed interne pervie bilateralmente. Tronco anonimo esente da lesioni. A. succlavia sinistra esente da lesioni. dopo gli e stata praticata, efficace PTCA + STENT DI IVA MEDIA. vorrei sapere se ci sono rischi di ristenosi. Colgo locasione per porgeVI i mie cordiali saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Sì, esiste il rischio di “restenosi”. Tenga presente che con il termine restenosi si intende una il ricrearsi della stenosi coronaria nel punto che è stato aperto mediante la procedura di angioplastica. In genere questo rischio è maggiore nel primo mese dopo la procedura ed è poi minore; inoltre il rischio coronario dato da una restenosi sembra essere inferiore rispetto a una stenosi nuova. Esiste però anche la possibilità che la malattia aterosclerotica progredisca, creando negli anni stenosi in punti diversi.