18-09-2017

Addensamento al polmone, cosa può essere?

A mia madre 80enne, stamani, durante una visita cardiologica di controllo è stato diagnosticato un addensamento al polmone sinistro. Il medico le ha prescritto una radiografia al torace, ma nell'attesa siamo molto preoccupate. Non ha nessun sintomo particolare, dice di sentirsi bene. Non ha mai avuto problemi polmonari, se non una bronchite un paio di anni fà curata con iniezioni di antibiotico. Non ha mai fumato. Cosa può essere? Grazie

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Da quanto mi dice sembra di capire che la diagnosi di "addensamento polmonare" sia avvenuta casualmente durante una visita cardiologica, forse accompagnata da ECOCARDIOCOLORDOPPLER. Infatti con tale metodica è possibile visualizzare - collateralmente - addensamenti alla base polmonare o a livello della pleura. Pertanto la diagnosi deve essere eseguita con radiografia del torace in 2 proiezioni e, se non esaustiva, completata con TAC Torace + MDC.
Le buone condizioni generali di sua madre non ci permettono di escludere un patologia, pertanto abbia pazienza, attenda i risultati degli accertamenti radiologici e consulti un buon specialista Pneumologo. Cordiali saluti.

TAG: Apparato Respiratorio | Esami | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi | Radiodiagnostica