13-07-2016

Alterazioni dell'emocromo riconducibile alla prostatite?

Buongiorno, sto scrivendo per conto di mio marito, 48 anni. Da diversi mesi soffre di una prostatite che non gli da tregua, dovrà fare una biopsia a fine mese. Nel frattempo, oltre ad altre analisi mirate, ha fatto l'emocromo che ha dato dei valori al di fuori da quelli di riferimento.
Nello specifico:
Esami del 15/06/2016 
  • WBC Gl.bianchi 12.40 (4.0-10)
  • RBC Gl rossi 6.07 (4.7-6.1)
  • HCT ematocrito 54.70 % (42-52)
  • MCHC concentr. media 32.4 (33-37)
Esami del 12/07/2016
  • WBC Gl bianchi 13.75 (4.0-10)
  • MCHC concentr.media 32.9 (33-37)
  • Monociti 4.60 (5.3-12)
  • Neutrofili valore assoluto 8.46 (1.78-5.30)
  • Linfociti valore assoluto 4.06 1.32-2.57)
  • Tempo di tromboplastina PTT 39.00 (26-37).

Queste alterazioni possono essere riconducibili alla prostatite o dobbiamo preoccuparci per qualcosa di diverso? Spero che queste poche informazioni possano essere sufficienti per poter esprimere un giudizio. Grazie infinite, Monica
Risposta
La variazione più saliente, comunque assolutamente non preoccupante, è quella del numero di globuli bianchi, che conferma un possibile stato infiammatorio di modesta entità, grosso modo compatibile con la prostatite di cui ci parla.
Il dato non è però specifico e potrebbe riferirsi anche ad altri tipi di infiammazione, sta ovviamente al medico interpretare il dato in base a tutti gli altri fattori di cui noi ovviamente non disponiamo.
TAG: Organi Sessuali | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!